LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monza, nel quartiere dimenticato è nata la biblioteca fai da te
Riccardo Rosa
Corriere della Sera - Milano 27/3/2019

Liniziativa dei residenti di SantAlbino: in pochi giorni raccolti 500 libri

Monza. Possono fare a meno di tutto i residenti del quartiere SantAlbino di Monza, ma non di una biblioteca. A causa della sua posizione defilata, nella zona orientale della città, il rione soffre storicamente di una condizione di isolamento che in questi ultimi anni ha assunto la forma di vero e proprio abbandono. Mancano un ufficio postale e la banca, il degrado si è preso la piazza centrale e solo di recente il Comune ha realizzato un ponte ciclopedonale per consentire lattraversamento in sicurezza della circonvallazione, teatro negli anni passati di numerosi incidenti anche mortali. La lacuna più sentita, tuttavia, era quella di una biblioteca, tanto che i residenti hanno deciso di porvi rimedio autonomamente.

A gennaio il comitato di quartiere ha siglato un accordo con il Comune per utilizzare una parte degli 80 metri quadrati del centro civico di via Mameli. Lo scopo dellintesa era allestire una piccola area di scambio libri. Nel giro di poche settimane, grazie al passaparola fra i residenti, lidea è letteralmente esplosa dando vita a una biblioteca fai da te. Inizialmente volevamo solo sfruttare quello spazio per favorire lincontro fra gli abitanti del quartiere che volevano condividere qualche buona lettura spiega larchitetto Paola Sacconi, una dei responsabili del comitato . Liniziativa è stata accolta con molto entusiasmo e nel giro di poco ci siamo letteralmente ritrovati sommersi di libri. I residenti hanno lanciato un bel segnale: non potendo provvedere alla mancanza di ufficio postale e di uno sportello bancario, hanno però pensato che si poteva fare qualcosa per creare da zero una biblioteca.

Al centro civico si sono ritrovati a vivere una specie di emergenza, con pile di libri accatastati negli angoli del locale, alla quale i componenti del comitato hanno rimediato montando degli scaffali dove sistemare i testi raccolti. Da una prima stima, si tratta di oltre 500 volumi con titoli per tutti i gusti. Romanzi davventura, saggi, gialli, libri di storia e di attualità. Il funzionamento è semplice: non essendo possibile effettuare un prestito nel vero senso della parola, per poter prelevare un libro basta presentarsi al centro civico ogni mercoledì fra le 16 e le 18 e scegliere, meglio se in cambio se ne porta un altro da depositare. I responsabili del comitato si stanno dando da fare per organizzare al meglio lo spazio. Sono già state posizionate delle poltrone ed è stata installata anche una macchina del caffè. Dalla prossima settimana inizierà la fase della catalogazione e la ricerca di altri scaffali. Siamo molto contenti del risultato ottenuto prosegue Cristina Daniotti, anche lei componente del comitato . Visto il successo delliniziativa, il nostro obiettivo per il futuro è di riuscire a organizzare anche degli incontri culturali e delle letture.

Lostacolo da superare è lorario poco elastico a causa della presenza di abitazioni private sopra il centro civico, ma sono già stati avviati dei contatti con lamministrazione per chiedere una deroga.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news