LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il caso Pompei. A Paestum dissi no alla ruota
Gabriel Zuchtriegel
Corriere del Mezzogiorno - Campania 28/3/2019

Ricordo ancora quella telefonata di due anni fa, quando unimpresa tedesca mi propose con genuino entusiasmo di montare unenorme ruota panoramica negli scavi di Paestum. E ricordo le parole che usò per cercare di convincermi: Immagini che vista sui templi da lassù! E pensi quanti soldi potrà incassare. Risposi, con un pizzico di orgoglio da direttore-archeologo italiano (seppure, nel mio caso, non di nascita, ma di formazione e cultura), che qui non facciamo cose del genere, dal momento che consideriamo i monumenti classici un tuttuno con il paesaggio storico, che non va deturpato con interventi del genere. Lì per lì, gli recitai larticolo 9 della Costituzione che insiste, appunto, oltre che sulla tutela del patrimonio, su quella dei paesaggi (eravamo nel 1947, fu un approccio visionario!). Ora, chi come me credeva che cose del genere non le facciamo, è stato smentito. Non a Paestum, ma in un altro sito Unesco: Pompei. Su Il Mattino di ieri veniva addirittura già pronosticata una data per linaugurazione: l8 maggio. Se così fosse, quel giorno verrebbe deturpato il poco che è rimasto del paesaggio storico intorno a Pompei. Quel giorno una ruota di 60 metri di altezza, montata in via Plinio, larteria che scorre accanto alle mura dellantica città, offuscherebbe lo sguardo di chi si aggira negli scavi e ridurrebbe un sito dinestimabile valore culturale a scenario artificiale per turisti, a fondale da parco dei divertimenti.

Lasciamo stare, per il momento, la questione su come distribuire gli eventuali introiti ricavati dagli utenti della ruota panoramica tra investitori privati, Comune e Ministero dei beni culturali (che, come occorre ricordare, si fa carico degli oneri di conservazione e tutela del patrimonio archeologico di cui, lì sopra, la gente godrà). Questo aspetto della vicenda, infatti, passa in secondo piano rispetto alla ferita che potrebbe essere inferta a un luogo che, per interesse scientifico e bellezza storica, non ha eguali nel panorama dellarcheologia.

È pensabile che le persone che vengono forse per un solo giorno nella vita da tutto il mondo a Pompei, avvicinandosi al sito, vedano come prima cosa non il terrazzo del santuario di Venere e il Foro triangolare dove sorgeva il tempio di Athena, ma unenorme ruota metallica? E che chi entra nel sito si trovi la vista sul golfo e sulla penisola sorrentina funestata da un intervento del genere? Che, infine, gli scavi si trasformino, per via di un intervento esterno, in quel luna-park che la gestione del direttore uscente Massimo Osanna ha così sapientemente scansato?

Sarebbe auspicabile che la riqualificazione della Buffer Zone come prevista nellambito del Grande Progetto Pompei, considerato in tutto il mondo un esempio virtuoso di gestione di un sito Unesco tra i più importanti vada avanti senza derive che alla fine non generanno un valore aggiunto sostenibile. Né per gli scavi, né per il territorio.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news