LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I soldi tagliati al premio Terzani? Scelta politica, ma io non lascio
Elisabetta Rosaspina
Corriere della Sera 31/3/2019

La vedova del giornalista e la mossa del Comune di Udine: noi guardiamo lontano

Tiziano Terzani? E chi era costui? Un Santo secolare, un oggetto di culto, complimenti a chi è riuscito a imporlo associandolo a unidea di alta qualità come persona, della quale io fortemente dubito anche perché ci sono autorevoli esponenti che sullanalisi storica di Terzani avrebbero mosso più di qualche critica risponde da Udine lassessore comunale alla Cultura, Fabrizio Cigolot.

La giunta leghista ha annunciato il taglio dei finanziamenti che le precedenti amministrazioni garantivano da 15 anni al Festival Vicino/Lontano, dedicato allautore di Un indovino mi disse: da trentamila a diecimila euro. Un colpo non ancora mortale per gli organizzatori che possono contare (salvo contrordini) su altri 192 mila euro della Regione e su sponsor privati. Ma il messaggio del Comune è chiaro: il Festival e i partecipanti sono troppo di sinistra per i nostri gusti.

Questa decisione è la punta di un iceberg, oggi avverte Angela Staude, vedova dello scrittore e presidente della giuria che attribuisce ogni anno il Premio a un libro che sarebbe piaciuto a Tiziano . Ma domani può diventare una minaccia più grande. Hanno liquidato il premio come irrilevante o come strumento per fare politica.

Semmai geopolitica?

Fin dal titolo, il festival ri-specchia gli interessi di Terzani, che era vicino, era un italiano, ma guardava lontano, al mondo, perché sapeva quanta rilevanza avesse in Italia ciò che accadeva allestero.

Tiziano avrebbe suggerito di restare calmi Diceva: ci sono persone che cercano di aizzare il cane che è in noi, così il cane abbaia e morde, invece non bisogna reagire

I leghisti dicono che premiate solo autori comunisti.

Il primo a ricevere il premio nel 2005, lanno dopo la morte di Tiziano, è stato il francese François Bizot con Le Portail, Il Cancello, un atto daccusa ai Khmer rossi e ai crimini commessi da quel regime in Cambogia. Due anni dopo abbiamo conferito il nostro unico riconoscimento postumo ad Anna Politkovskaja, che aveva descritto la violenza in Cecenia e la nuova Russia, ricca e senza regole. Abbiamo premiato lolandese David Van Reybrouck per come, nel suo libro Congo, ha indagato sulla brutale colonizzazione belga. Tra gli italiani, hanno vinto Fabrizio Gatti e Domenico Quirico, giornalisti coraggiosi, che scrivono andando sempre sul posto, e spesso sono luoghi molto rischiosi.

Che sia la composizione della giuria a non piacere alla Lega di Udine?

Include professionisti come Milena Gabanelli, Marino Sinibaldi, Giulio Anselmi, Marco Del Corona, Andrea Filippi.

Non è vero che si guarda solo ad autori comunisti: il primo a ricevere il riconoscimento fu il francese Bizot che aveva denunciato gli orrori del regime dei khmer rossi

Allora forse è la città che non è interessata al Festival?

Al contrario, è sempre più partecipe. Al Teatro Giovanni da Udine i 1.200 posti sono esauriti ogni anno. Possiamo contare sul contributo di tantissimi volontari, ma non basta. Le spese vive, per far arrivare personaggi da Paesi lontani, sono alte: biglietti aerei, hotel. E ci teniamo a mantenere gratuiti gli ingressi a tutti gli eventi in programma per quattro giorni.

Quindi qual è il vostro peccato originale?

Essere nati sotto una giunta di sinistra. Il nuovo sindaco ha attaccato il Festival già in campagna elettorale, ci accusa di invitare autori terzomondialisti.

Il pubblico

La città ha sempre partecipato, i 1.200 posti del teatro sono esauriti ogni anno

Che cosa consiglierebbe Tiziano Terzani?

Di restare calmi. Diceva: ci sono persone che cercano di aizzare il cane che è in noi. Così il cane abbaia e morde, invece non bisogna reagire, sennò finisce che uno azzanna più dellaltro.

Non vale soltanto in questo caso.

No, certo. Questo taglio di ventimila euro è storia da poco, in confronto a quello che sta succedendo su più vasta scala: i nuovi governi vogliono distruggere quanto fatto dai precedenti.

Campagna elettorale

Nati sotto una giunta di sinistra, il nuovo sindaco ci attaccava in campagna elettorale

La sua candidatura alle prossime elezioni municipali di Firenze, a sostegno del sindaco Nardella (Pd), non centra?

Non penso. Ma ci sono momenti della storia in cui non si può restare a guardare. Io sono tedesca e non dimentico come cominciò in Germania negli anni Trenta. I tedeschi non presero sul serio limbianchino, non si ribellarono quando cacciò gli ebrei dalle università, e Hitler capì di avere mano libera. Negli anni Ottanta Tiziano intervistò Maruyama, il più grande sociologo giapponese: il Giappone è una democrazia? Gli rispose: la democrazia va esercitata, o non è più una democrazia.

Firenze e altre città hanno offerto ospitalità al Festival: lascerete Udine?

Sono commossa e ringrazio tutti. Ma io non scappo.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news