LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nel decreto crescita sventato il pericolo del "silenzio-assenso" per i beni culturali
Giuliano Volpe
The Huffington Post 5/4/2019

La versione del "decreto crescita" approvata dal Consiglio dei Ministri il 4 aprile non contiene la norma sul "silenzio-assenso" per i lavori edili relativi a immobili dichiarati di interesse culturale ai sensi del Codice dei Beni culturali e del Paesaggio.

Il ministro Alberto Bonisoli, accogliendo e facendo proprie le preoccupazioni espresse da più parti (da Sergio Rizzo su Repubblica, da Italia Nostra, da Stefano Miliani su Globalist, e da altri ancora) e manifestate da chi scrive anche in questa sede, si è opposto e ne ha chiesto e ottenuto lo stralcio.

Un'ottima notizia da salutare con favore esprimendo pieno apprezzamento al ministro Bonisoli, che ha anche confermato l'impegno a procedere a nuove assunzioni nel MiBAC. Come giustamente ha affermato:

"Rimane l'importanza di assicurare che i cittadini abbiano risposte in tempi brevi e prevedibili. Per questo lavoriamo per assumere le persone che mancano alle soprintendenze che non riescono a lavorare le pratiche".

Mi permetto di ribadire al ministro la necessità di prevedere forme migliori di reclutamento del personale tecnico-scientifico (non con improbabili quiz e i compiti scritti che non sempre consentono di valutare la qualità, le attitudini e le caratteristiche dei candidati) e di puntare a un reclutamento sistematico, continuo, con concorsi possibilmente annuali, sulla base di una rigorosa programmazione.

E inoltre di dotare il MiBAC, anche di un potente e moderno sistema informativo territoriale nazionale, continuamente implementabile, interoperabile con i sistemi regionali (come nel caso della Carta dei BC della Regione Puglia), capace di censire e monitorare l'intero patrimonio culturale. E, soprattutto, è necessario rafforzare le soprintendenze uniche territoriali, e valorizzare le competenze tecnico-scientifiche, arginando il processo di burocratizzazione che al contrario il suo progetto di riorganizzazione del MiBAC rischia di sviluppare.

Servirebbe anche un grande impegno nella formazione del personale, compresi i dirigenti (dando un ruolo specifico in tal senso alla Scuola Nazionale del Patrimonio, anche in collaborazione con le Università), anche per favorire un profondo cambiamento di mentalità che faccia sentire il MiBAC e tutte le sue strutture periferiche (soprintendenze, musei, biblioteche, archivi, eccetera); un vero "servizio pubblico essenziale", sempre più vicino ai cittadini, alle comunità locali, agli enti locali, in quello spirito di dialogo, collaborazione e condivisione indicato dalla Convenzione di Faro, la cui ratifica il Parlamento purtroppo continua a rinviare.

Ma oggi festeggiamo un pericolo scampato.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news