LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Girolamini, ecco il progetto. I libri verranno impacchettati
Corriere del Mezzogiorno - Campania 3/4/2019

I lavori al complesso dei Girolamini rischiano di vanificare gli sforzi per riportare al centro dellattività culturale la biblioteca, dopo lo scandalo dei libri sottratti scoppiato sette anni fa. Andrea Mazzucchi, ordinario di Filologia italiana allUniversità Federico II di Napoli è realmente preoccupato. E non lo nasconde.

NAPOLI. I lavori al complesso dei Girolamini rischiano di vanificare gli sforzi per riportare al centro dellattività culturale la biblioteca, dopo lo scandalo dei libri sottratti scoppiato sette anni fa. Dopo lallarme dello storico dellarte Tomaso Montanari sul Fatto Quotidiano, ripreso dal Corriere del Mezzogiorno, Andrea Mazzucchi, ordinario di Filologia italiana allUniversità Federico II di Napoli è realmente preoccupato. E non lo nasconde. Se la fruizione dellinestimabile patrimonio librario verrà, come sembra, interrotta, si interromperebbe per forza di cose anche lattività della Scuola di Alta formazione in Storia e filologia del manoscritto e del libro antico da lui presieduta.

Alla fine di maggio si concluderà il primo ciclo formativo che ha interessato 20 studenti e che ha prodotto la prima catalogazione di manoscritti e incunaboli custoditi allinterno della biblioteca. Speriamo si augura il professore di poter presentare i risultati il 30 del prossimo mese proprio ai Girolamini. Non vorrei che i lavori impedissero questo appuntamento. Il primo catalogo riguarderebbe gli incunaboli, vale a dire i primi libri stampati con caratteri mobili negli ultimi decenni del Quattrocento, e proprio per questo, definiti anche quattrocentine. Poi, a settembre, verrà presentato il catalogo dei manoscritti. Consideriamo questa attività osserva Mazzucchi una riparazione delloffesa subita. Oltre alla valenza sotto il profilo scientifico, il lavoro svolto grazie allintesa tra il nostro ateneo e il ministero per i Beni culturali in accordo con la procura della Repubblica (alcune aree del complesso monumentale tra i quali la biblioteca sono tuttora sotto sequestro, ndr ) può consentire anche lacquisizione di informazioni utili da parte della magistratura impegnata nel recupero dei libri asportati.

Ed è appunto alla Procura che, in previsione dellinizio dei lavori, hanno scritto sia il direttore del complesso monumentale Vito De Nicola che la responsabile del Polo museale Anna Imponente. Atti dovuti certamente, dietro i quali, tuttavia, potrebbe leggersi la preoccupazione per il futuro prossimo delle attività di ricerca in atto.

Il progetto generale riguarda, oltre alla biblioteca, anche altri ambienti della grande struttura del centro storico. Nella relazione di accompagnamento del progetto esecutivo si legge che il progetto generale è articolato in lotti funzionali e che limporto complessivo degli interventi è pari a 18 milioni di euro. In particolare, il terzo lotto riguarderà il restauro e la rifunzionalizzazione della biblioteca storica. Per raggiungere questo obiettivo si può contare su un finanziamento di 7,7 milioni: i lavori previsti consistono nel restauro e ladeguamento funzionale de impiantistico di tutte le stanze monumentali della biblioteca, nonché il restauro ed il progetto di nuovi spazi di studio, di lavoro e di fruizione. E ancora si specifica che si procederà alla protezione del materiale librario con limpacchettamento dei materiali che verranno ricollocati in situ. Evidentemente non prima della fine dei lavori stessi. Daccordo con Montanari si è dichiarato subito lex direttore della Biblioteca nazionale di Napoli Mauro Giancaspro che dal 2012 al 2014 resse ad interim la direzione della biblioteca del complesso conventuale. Ora si registra anche la dura presa di posizione del responsabile di Italia Nostra Napoli, Guido Donatone. Che ha indirizzato un appello al ministro per i Beni culturali Alberto Bonisoli. Ha scritto: Abbiamo appreso che nel 2018 è stato redatto un nuovo programma di interventi, redatto dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici di Napoli, intitolato: Valorizzazione del percorso di visita e restauro degli spazi monumentali. Ebbene per tale programma la Soprintendenza napoletana è ricorsa alla anacronistica tecnica ottocentesca degli sventramenti, che caratterizzarono il Risanamento postcolera (1888) di Napoli. Signor ministro intervenga per evitare siffatte inconcepibili operazioni portate avanti dalla Soprintendenza napoletana .



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news