LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Crepe negli affreschi e volte a rischio. Dalla Scorziata a San Nicola alla Carità
Patrizio Mannu
Corriere del Mezzogiorno - Campania 2/4/2019

Napoli. Chiese che cadono a pezzi; ché anche lincuria è sacrilega. Affreschi offesi dalle crepe, ponteggi che sorreggono volte che si sbriciolano, navate che Dio non voglia potrebbero caderti addosso, come denunciato più volte dal Comitato di Portosalvo. Molti luoghi di culto versano in condizioni che non ti aspetteresti per una città come Napoli che conta oltre 500 chiese.

Il caso più recente è quello di Santa Maria del Popolo degli Incurabili, risalente al 1530: allalba del 24 marzo scorso è crollata una volta di sostegno del pavimento retrostante laltare maggiore e il crollo ha provocato anche un cedimento che ha interessato la tomba di Maria DAyerba, co-fondatrice dellOspedale degli Incurabili, e parte del coro ligneo. Un danno, insomma, incommensurabile .
I Girolamini

Cominciamo dalla chiesa dei Girolamini. La foto pubblicata è impietosa: una crepa larga un bel po di centimetri si apre come una ruga malefica, mettendo in pericolo laffresco in una nicchia di una delle navate. Quella più sospetta è verticale; parte dalla sommità della parte e si allunga verso il basso, ma lo smottamento ne ha create altre che si diramano come un delta , arrivando fin nellangolo, da un lato, e verso il santo, dallaltro. La chiesa dei Girolamini o di San Filippo Neri cominciata nel 1592 e conclusa nel 1780 fa parte del più vasto complesso con la biblioteca del noto saccheggio dei libri rari, è chiusa da anni. Il degrado, tuttavia, non è solo dentro ma anche fuori, con erbacce che si arrampicano lungo la facciata, compromettendo anche i marmi esterni.
La Scorziata

Caso a parte è la chiesa della Scorziata costruita nel 1579 per volontà di Luisa Paparo, in seguito alla disposizione del padre Aurelio, e di Giovanna Scorziata, vedova di Ferrante Brancaccio perché oltre allabbandono cè anche loltraggio dei furti. Nel 1993 come ha scritto su questo giornale Rossana Di Poce senza alcuna pietà sono divelte e rubate tutte le opere darte allinterno: paliotto con bassorilievo scolpito, la grande tela di un allievo di Solimena e i marmi dellaltare maggiore. Viene praticamente trafugata ogni cosa: un San Giovannino copia di Caravaggio attribuito a Battistello Caracciolo, madonne del Sei-Settecento, cone lignee, la statua marmorea di Santa Rosa, pulpito, organo e acquasantiere. Un colpo che assomiglia ad un espianto sistemico dorgani nel cuore antico di Napoli. Nel 2011 sono segnalati dalla stampa affreschi ancora sconosciuti, per arrivare al fatale incendio del 2012, quando per la festa dei cippi di SantAntuono, le fiamme devastano completamente la chiesa partendo dai cassonetti della spazzatura posti inspiegabilmente per anni davanti alle splendide balaustre settecentesche dingresso.
San Nicola alla Carità

Infine, cè la chiesa di San Nicola alla Carità, costruita dai Pii Operai tra il 1647 e il 1682, e raggiunse il suo massimo splendore nel primo Settecento, quando furono portati a termine tutti i lavori. E certamente una delle più belle chiese barocche napoletane. Il parroco don Mario Rega si sta battendo per continuare i lavori di restauro. Alcune volte sono compromesse, permangono ancora i ponteggi. La chiesa fu oggetto di un precedente restauro ad opera di Meridonare (la prima piattaforma di crowdfunding sociale) di quattro dipinti grazie ad un fondo di circa 5.000 euro.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news