LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ad Assisi spunta un terzo diavolo nell’affresco di Giotto
padre Enzo Fortunato
Corriere della Sera 7/4/2019

Che i diavoli fossero nella basilica di san Francesco lo sanno tutti. Lo dimostrano sia l’affresco sulla cacciata dei demoni da Arezzo, sia l’episodio della morte del santo, scene del ciclo giottesco della basilica superiore di Assisi, una delle prime «pellicole a colori» sulla vita del patrono d’Italia. Adesso è spuntato un terzo diavolo nell’affresco dedicato da Giotto all’incontro tra san Francesco con il sultano d’Egitto: Malek el-Kamil. Due personaggi e, nella parte sinistra della scena, un fuoco ardente: nascosta nel fuoco, celata da quasi 8 secoli, l’immagine di un drago, la rappresentazione medievale del diavolo. La scoperta dell’arcivescovo di Benevento, Felice Accrocca, e di fra Carlo Bottero, pubblicata nella rivista «San Francesco», sta facendo dibattere pittori, scrittori, teologi, filosofi e restauratori, che stanno analizzando l’episodio, quasi fosse il regalo di questo compleanno. Ottocento candeline dopo lo storico incontro tra il santo e il sultano, anche papa Francesco si sta muovendo sui percorsi dell’Assisiate: prima in Egitto, poi negli Emirati Arabi e, pochi giorni fa, in Marocco. «Il demonio — ha detto il papa — ci avvelena con l’odio, con la tristezza, con l’invidia, con i vizi. E così, mentre riduciamo le difese, lui ne approfitta per distruggere la nostra vita, le nostre famiglie e le nostre comunità». E allora una domanda si pone forte e legittima: perché tra quello che è stato l’incontro degli incontri tra cristiani e musulmani spunta un demonio dal fuoco? Perché, credo — ed è la mia personalissima risposta — la relazione riesce quando, a livello psicologico, l’io non vuole dominare sull’altro. A livello religioso, quando il demonio non prende il sopravvento. A livello sociale, quando permettiamo all’altro di esistere. In Francesco d’Assisi questi tre orizzonti trovano la loro sintesi in una parola che ha rivoluzionato l’antropologia e ha creato le fasi di un nuovo umanesimo: la parola fratello. Per lottare contro le insidie e le tentazioni non ci rimane che la relazione che punta al riconoscimento dell’altro. Per dirla ancora con le parole di papa Francesco: «È tale il bombardamento che ci seduce che, se siamo troppo soli, facilmente perdiamo il senso della realtà, la chiarezza interiore, e soccombiamo». Noi siamo le decisioni che prendiamo. Decidiamo di essere nostro fratello.




news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news