LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Monumenti, via gli ambulanti
Andrea Arzilli
Corriere della Sera - Roma 9/4/2019

Decoro da rilanciare. Dimezzate le postazioni ora autorizzate. Liberate Fontana di Trevi e via della Conciliazione
a sindaca Raggi: Bancarelle e camion bar rovinano limmagine della città, saranno spostati

Da anni i monumenti della città sono devastati da ambulanti che vendono bibite, panini, piccoli gadget di fronte ai nostri gioielli darte. Questo è intollerabile. La sindaca Virginia Raggi spiega così sui social il motivo che ha spinto i vertici del Campidoglio a prendere una importante decisione per difendere il decoro: Via bancarelle e camion bar che rovinano limmagine di Roma. In pratica verranno dimezzate le postazioni esistenti, scompaiono quelle dichiarate incompatibili con il decoro, tra ambulanti, camion bar, postazioni anomale, rotazioni, stagionali e fiorai. Tra gli spostamenti, saranno liberate Fontana di Trevi e via della Conciliazione.


Via bancarelle e camion bar che rovinano limmagine di Roma, dice Raggi. Dimezzate le postazioni esistenti, scompaiono quelle dichiarate incompatibili con il decoro, tra ambulanti, camion bar, postazioni anomale, rotazioni, stagionali e fiorai. Da anni i monumenti della città sono devastati da ambulanti che vendono bibite, panini, piccoli gadget di fronte ai nostri gioielli darte. Questo è intollerabile, continua la sindaca sui social. E infatti alla chiusura, ieri mattina, dal Tavolo del decoro struttura cui partecipano Soprintendenza speciale, Sovrintendenza capitolina, dipartimento Attività produttive del Comune e polizia locale, con Regione Lazio e MiBact alla finestra in attesa del protocollo dintesa da firmare con il Campidoglio esce la quadra sulle postazioni compatibili con le zone di Roma di particolare valore archeologico o artistico per le attività in forma ambulante o su posteggio. E la sforbiciata è significativa: circa il 50%, del totale censito dal 2014 (ambiti 1 e 2: Centro, Circo Massimo e Tridente più piazza Navona, piazza della Rotonda/Pantheon) fino ad oggi (ambiti dal 4 al 7). Ripuliamo Roma le parole dellassessore capitolino al Commercio, Carlo Cafarotti , dimezzando le postazioni esistenti ritenute compatibili, le altre andranno spostate. Da Fontana di Trevi a piazza San Giovanni, fino a via della Conciliazione, non ci sarà più nessuno.

Nel dettaglio, ecco le modifiche illustrate ieri alle associazioni di categoria relativamente ai tagli alle autorizzazioni rilasciate negli anni Un marasma da arginare, le definisce Raggi relativamente agli ambiti che non erano stati censiti allepoca di Ignazio Marino sindaco: nella zona 3 (San Pietro, Borgo, Conciliazione, SantAngelo, Risorgimento) si passa da 23 a 7 postazioni, nella 4 (Termini, Repubblica, Castro Pretorio, Esquilino, San Giovanni) da 144 a 65, nella 5 (Gianicolo, Villa Borghese, Pincio) da 17 a 7 postazioni, nella 6 (Testaccio, Trastevere) si va da 53 a 26, e nella 7 (Caracalla, Cave Ardeatine, Ostiense, Appia Antica) le postazioni passano da 44 a 35. Numeri ridotti che vanno ad incrociare le altre due categorie individuate dalla Soprintendenza: le aree rosse, con un vincolo monumentale dichiarato e tassativo, e le aree rosa, con vincoli storico artistici, zone di rispetto oppure con condizioni duso particolari. Ora cè lo strumento, alibi e rinvii devono finire: è compito, anzi dovere, rendere più vivibile la nostra città, così il soprintendente Francesco Prosperetti. Questo lungo lavoro ha cercato un punto di equilibrio tra le diverse esigenze, e sono convinto sia una base per definire i prossimi passi, dice Gian Paolo Manzella, assessore allo Sviluppo Economico del Lazio.

Ora, però, la palla passa ai Municipi che dovranno fare il lavoro duro, ovvero spostare altrove tutte le postazioni irregolari, come precisa Carlo Cafarotti. E non tutti i minisindaci lhanno presa bene: Una rivoluzione per tutta la città, ma per realizzarla occorre lavorare in maniera sinergica con il Campidoglio spiega Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio I . Gli esiti del tavolo ricadono principalmente nel centro storico dove mediamente tocca spostare il 53% delle postazioni, con picchi del 70% in zona San Pietro. È chiaro che non si possono ricollocare tutte in Centro.




news

23-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news