LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Un rogo scuote lOltrarno. Distrutti nella notte 15 motorini, annerita fino al tetto la facciata laterale di San Felice
Antonio Passanese
Corriere Fiorentino 10/4/2019

Una fila di rottami di motorini deformi. I segni neri del rogo sulla parete laterale della chiesa di San Felice in Piazza salgono fino al tetto. La porta settecentesca ridotta a un tizzone. Sono le 8.30, la scuola di San Pier Martire ha appena chiuso il portone. I bambini sono in classe. Le mamme chiedono alle suore se va tutto bene. Se si sono prese paura. Se don Gianfranco Rolfi sta bene. Se hanno sentito qualcosa. Suor Antonina racconta al capannello di persone di essere stata svegliata dai vigili del fuoco alle due del mattino. Di soprassalto. È ancora turbata. Ferma il racconto più volte. Fuori in via Mazzetta sembra ci sia tutto il rione a scattare foto, a chiedere se qualcuno ha visto. A cercare di dare una spiegazione a quelle fiamme. Tutti fanno ipotesi: autocombustione; la follia di un piromane; qualcuno esasperato dal quotidiano terno al lotto del parcheggio del residente e che allora si è fatto giustizia; un ubriaco uscito dal club che nei mesi passati ha causato tanti problemi notturni agli abitanti (ma che laltra notte era chiuso ed ha subito anche lui danni). Non si è parlato daltro per tutta la mattina in Oltrarno. Di quei 15 motorini (e unauto) andati a fuoco.

Scoppiavano uno dietro laltro, sembravano bombe dice Annachiara, una delle prime a chiamare i vigili del fuoco. Le esplosioni dei serbatoi hanno crepato perfino i vetri antiproiettile della Galleria Marletta: Se non avessero tenuto la mia attività sarebbe andata distrutta, si sfoga Alessandro, il titolare. Una volta domato lincendio, i vigili del fuoco hanno fatto un controllo al convento di San Pier Martire: si temeva che il calore potesse aver compromesso sia il tetto in legno che linterno della chiesa. Per fortuna lincendio non ha danneggiato nulla racconta Suo Maria Assunta Ma i vigili ci hanno chiesto di non far entrare fedeli e turisti per scongiurare i rischi di unintossicazione. La parrocchia di San Felice è rimasta chiusa (dovrebbe riaprire questa mattina) tutto il giorno, troppo forte lodore acre di plastica bruciata e benzina. Portone aperto ma un nastro bianco e rosso a sbarrare lingresso e suor Genet seduta su una sedia a controllare: Bisogna pregare, quello che hanno fatto a noi e ai residenti è grave. Carabinieri e vigili urbani hanno effettuato una battuta a largo raggio intorno alle piazze di San Felice, Santo Spirito e Pitti, ma fino a sera nessuna traccia dei piromani.

Gli investigatori stanno però lavorando sulle telecamere di videosorveglianza, sia quelle del Comune che quelle private: potrebbero aver ripreso il piromane mentre arrivava o si allontanava da via Mazzetta. Se di piromane si tratta. Ancora ieri sera residenti ad osservare la parete della chiesa annerita. Una signora scuote la testa: Potevano far crollare il tetto della chiesa. Le fiamme alte, il fumo nero. Ci siamo dovuti chiudere in casa col fiato sospeso per la nostra chiesa e il nostro rione.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news