LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Il restauro di Ca Foscari. I nuovi ricercatori tra stucchi e affreschi rinasce Ca Bottacin
Giulia Busetto
Corriere del Veneto 11/4/2019

VENEZIA. Via la pittura coprente dalle decorazioni, avanti le vetrate a piombo e gli storici lampadari di Murano, riassemblati, puliti e ricollocati. Nellandrone gli stucchi hanno recuperato i loro dettagli originali, così come gli affreschi del Settecento nella sala del Tiepolo. Ed è solo la parte visibile ad occhio nudo, Ca Bottacin da oggi ha anche elementi dacciaio nella sua struttura portante, si è energicamente rinnovata eliminando il riscaldamento a gas, ha triplicato la sua resistenza sismica, è finalmente accessibile ai disabili in tutti i suoi piani e ha messo a norma il suo impianto fognario. Ha recuperato poi una corte interna, con colonne antiche (rimesse in sicurezza). E per rendere i veneziani partecipi della risurrezione del giardino Ca Foscari ha lanciato un crowdfunding: 300 gli euro raccolti finora, seimila quelli necessari. Al resto del palazzo aristocratico da duemila metri quadri ci ha pensato lateneo, proprietario dellimmobile, che lha rimesso a nuovo in due anni con un investimento di 3 milioni.

Ora ospita leccellenza della ricerca internazionale. Normalmente in Italia, per un intervento del genere, sono necessari circa sei anni, ci abbiamo impiegato meno della metà dice lingegnere Tiziano Pompele, dirigente cafoscarino dellarea servizi immobiliari. Tanto che ieri nella sede del Quattrocento si sono già insediati i centri di ricerca internazionale di Ca Foscari (linternational center for humanities and social change, lo European centre for living technology, lIstituto Confucio) e gli uffici di Science gallery Venice, del Development office e dellassociazione Alumni. Ca Bottacin ora ospita cento lavoratori. Tra questi, 40 sono i ricercatori. Abbiamo immaginato che una sede così preziosa meritasse una valorizzazione particolare spiega il rettore Michele Bugliesi siamo felici di restituire alla città uno spazio per la ricerca internazionale. La migliore scelta che potessimo fare.

La ricerca di Ca Foscari è solo lultima tappa di palazzo Corner della Frescada Loredan (oggi Ca Bottacin). È passato dai Dalla Frescada, proprietari nel 1400, ai Corner, al doge Pietro Loredan, ai Foscarini fino alle sorelle Bottacin. Ca Foscari lo compra nel 1971 e ne fa sede del Dipartimento di scienze giuridiche, fino allestate del 2015. Nel 2016 partono i lavori, con una prima tranche di 900 mila euro per il rifacimento della copertura. La scorsa il complesso recupero interno da 2,2 milioni. I nuovi elementi di acciaio nelle strutture portanti dice io larchitetto che ne ha diretto i lavori, Jacopo Fusaro hanno comportato la demolizione e la ricostruzione di parte del terrazzo veneziano. Anche questo un lavoro eseguito in tempi record.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news