LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Affreschi e mosaici, la reggia di Nerone prima della Domus Aurea
Maria Rosaria Spadaccino
Corriere della Sera - Roma 12/4/2019

Riappare dalloblio la prima reggia di Nerone, che precedette la Domus Aurea. Sepolta dalla malta e dallindifferenza degli storici, la Domus Transitoria è da oggi visibile. Restituita al mondo e al Parco archeologico del Colosseo. Un altro tassello dellaffascinante percorso neroniano spiega Alfonsina Russo, direttrice del Parco.

Riappare dalloblio la prima reggia di Nerone, quella che precedette la Domus Aurea. Sepolta dalla malta e dallindifferenza degli storici la Domus Transitoria da oggi viene restituita al mondo. E al parco archeologico del Colosseo. È un ulteriore tassello dellaffascinante percorso neroniano che abbiamo pensato per i nostri visitatori - spiega Alfonsina Russo, direttrice del Parco - un filo che collega la Domus Aurea alla Transitoria. Nerone quando nel 54 d.C. diventa imperatore inizia a trasformare Roma nella sua residenza personale.

Sognava una dimora vasta che collegasse i due colli posti uno di fronte allaltro, Palatino ed Esquilino, il colle di Romolo e quello dove erano gli orti di Mecenate. I resti che si potranno visitare sono un brandello della magnifica dimora che Nerone avrebbe voluto ad ispirazione (e copia) delle regge dei Tolomei di Alessandria dEgitto, dei Faraoni, ma gli affreschi ancora esistenti sulle volte, i mosaici ancora incollati alle strutture murarie, quello che era un triclinio con fontanelle e corsi dacqua, riescono a restituire la suggestione del luogo.

Lo storico Svetonio racconta scandalizzato il grande impegno profuso da Nerone per edificare la sua residenza privata che doveva unire i due colli, Roma domus fiet... Roma diventerà la sua casa.

Il restauro è iniziato dieci anni fa e ha interessato tutte le superfici del monumento - spiega Maddalena Scoccianti, architetto responsabile del restauro -. Dal 1965 nessun intervento era più stato effettuato. Lambiente centrale era con ogni probabilità un padiglione estivo con ampie porzioni esterne, mura di fondazione della costruzione successiva tagliano la struttura, ma si vedono le fontanelle che decoravano il triclinium, sulle volte a botte appaiono ancora scene bacchiche e dionisiache dai colori ocra, oro e crema, ampie aperture nelle pareti ricordano corsi dacqua che come ruscelletti attraversano gli ambienti imperiali, nella stanza più grande cè un ninfeo con una fontana, accanto un altro ambiente con i soffitti decorati. Un terzo è adibito alle latrine, luoghi per i bisogni corporali che potevano accogliere anche cinquanta persone. Per linaugurazione tornano al museo Palatino dal museo Archeologico di Napoli, dopo 300 anni, affreschi, stucchi e pavimenti strappati da chi, sotto i Farnese, scoprì la fastosa reggia neroniana.




news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news