LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Salone su del 12%. E Brera conquista quota 250 mila
Giacomo Valtolina
Corriere della Sera - Milano 15/4/2019

Battuto anche il meteo. La Triennale raddoppia

Ancora unedizione da record del Salone del Mobile. Con 386 mila visitatori non si tratta del primato assoluto che resta quello del 2018 ma del miglior risultato degli anni dispari (senza le biennali bagni e cucine). In città, Brera è la zona regina (con 250 mila persone stimate), 200 mila per Interni e 90 mila sia al Superstudio sia a Base (per 26 mila biglietti pagati). Raddoppia il museo della Triennale.

Nonostante il clima di incertezza economica che insidia gli investimenti delle imprese, il Salone del mobile concluso ieri a Rho-Pero infila lennesimo record di visitatori. Non quello assoluto le 434mila presenze in fiera dellanno scorso ma quello relativo agli anni dispari. Con le biennali Euroluce e Works 3.0 ma senza bagni e cucine, di maggiore richiamo per il pubblico. Alla fine, gli ingressi contati sono 386mila, quasi 50mila in meno rispetto allanno scorso, ma 43mila in più rispetto ai 343mila delledizione omologa di due anni fa (più 12 per cento). Un dato che va pesato, però, con altri numeri resi pubblici ieri, stavolta dallAtm. Gli ingressi in metrò sarebbero addirittura 400mila in più dellanno scorso, pari a un aumento del cinque per cento (da 7,9 milioni a 8,3). Il che significa, in sostanza, che questanno cè stato soprattutto un aumento delle presenze (e degli spostamenti) in città, tra i distretti anima del Fuorisalone.

E in effetti basta guardare al distretto più frequentato, il Brera design district, per avere un riscontro: 250mila visitatori stimati da Studiolabo, società che gestisce sia il distretto sia il portale Fuorisalone.it (il cui calendario questanno mappava la bellezza di quasi 1.400 eventi): 20mila in più dellanno scorso. Difficile invece avere dati unitari da altri distretti come Zona Tortona, data la frammentazione dellofferta tra le diverse realtà del distretto, meta dei marchi più tecnologici e dellautomotive. Il Superstudio di Gisella Borioli, per esempio, dichiara con un certo orgoglio 90mila spettatori e oltre 2mila giornalisti: Numeri certi perché registrarsi era obbligatorio tiene a sottolineare Borioli , una scelta fatta per rispetto delle imprese. Gli altri dati non possono essere reali né possono dare una radiografia obiettiva sul profilo dei visitatori, se realmente motivati o soltanto spinti dalla curiosità o voglia di fare festa la sera. Il riferimento è al ritorno della movida in zona, allex Ansaldo Base, dove la partnership con Ventura future (il network dei giovani e delle accademie) ha partorito la rivoluzione del prezzo del biglietto. Anche qui i dati si possono distinguere tra dati certi e stime: 26mila ticket staccati, per 90mila presenze totali.

Continua la crescita per Ventura Centrale, invece, dove i 16 magazzini raccordati allestiti per il Fuorisalone hanno richiamato 68mila visitatori, contro i 55mila dellanno scorso e i 30mila del 2017.

Alla Statale dove le installazioni di Interni resteranno allestite ancora fino a venerdì prossimo si contano 200mila presenze nelle tre diverse sedi di Human spaces: 60mila visitatori allOrto botanico di Brera; 40mila allAudi city lab allArco della Pace (quasi 5mila dei quali solo per il concerto del musicista Ludovico Einaudi); e il restante nella sede principale di via Festa del Perdono.

Il Design week 2019 era un banco di prova important per la Triennale e il suo Museo del design. Un test superato brillantemente, nonostante alcune critiche dal mondo degli influencer: raddoppiati gli ingressi dello scorso anno (quando allingresso del museo di viale Alemagna venne allestito un contestatissimo maxi-yacht di lusso) per 15.600 visitatori. Un risultato che sale a 45mila ingressi considerando anche le altre mostre in cartellone. Il pubblico internazionale ha apprezzato lalto profilo culturale delle esposizioni esulta il presidente Stefano Boeri . I numeri del museo del design dicono che abbiamo imboccato la strada giusta di unesposizione permanente e aperta a tutti i visitatori.

Anche in fiera dove cerano 2.400 espositori, un terzo stranieri da 43 Paesi e 550 giovani designer del Salone Satellite si raccoglie un segnale di ottimismo. Bilancio positivo assicura il presidente Claudio Luti . Abbiamo investito sulla qualità e abbiamo dimostrato la nostra voglia di fare sempre meglio. Lobiettivo è continuare a produrre innovazione e a raccontare storie che aumentano il valore del design. Conferma il presidente di Federlegno-arredo Emanuele Orsini: Gli imprenditori sanno mettersi in gioco, il Salone è un player fondamentale per lo sviluppo del made in Italy nel mondo. Bene anche lo spin-off cittadino del Salone alla Conca dellIncoronata, linstallazione Aqua di Marco Balich, con circa 2mila ingressi al giorno.

Giù il sipario sulla settimana-vetrina del sistema Milano Italia, insomma. E appuntamento al 21 aprile 2020.



news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news