LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Incendio Notre-Dame, il protocollo per il Duomo di Milano: "Qui tanto marmo, ma attenzione all'Organo in legno"
Oriana Liso
La Repubblica - Milano 16/4/2019

Davanti alle immagini di Notre-Dame in fiamme il pensiero è andato subito al patrimonio artistico e religioso italiano. Al Duomo di Milano, in particolare, per la presenza delle guglie, certo, ma anche perchè è uno dei monumenti più iconici e conosciuti al mondo. "E se accadesse al Duomo?", si sono chiesti in tanti. Francesco Canali, direttore dei cantieri della Veneranda Fabbrica del Duomo, spiega: "Le differenze tra le due cattedrali? Ce ne sono tantissime e nessuna". La differenza principale sta nei materiali: "Notre-Dame ha una quantità di legno che è l'equivalente di 21 ettari di bosco, legno anche molto stagionato, visto che in parte era ancora quello originale della costruzione". Il Duomo di Milano è diverso: "Tutte le strutture sono in marmo, laterizi e anche le coperture a volta sono in muratura".

Ma il legno, anche nella costruzione del Duomo - iniziata nel 1386 -, non manca, "abbiamo contemperato la possibilità di incendi, visto che il Coro, l'Organo, la Sacrestia con i quadroni di San Carlo e della Croce sono in legno. Per questo in tutte le zone a rischio abbiamo impianti di rilevazione automatica dell'incendio - gli ultimi sono stati realizzati due anni fa - e nelle zone più critiche, dove ci sono i quadri elettrici, anche un impianto di spegnimento automatico, con sistemi differenziati a seconda delle zone, quindi con acqua dove c'è presenza di persone o con Co2 in altre". Se, quindi, dovesse esserci una emergenza, scatterebbe un protocollo preciso: "I dispositivi di segnalamento sono collegati a un computer e a un allarme che arriva al capo-cantiere. Di giorno la Veneranda Fabbrica ha sempre circa 50 operai in cantiere, una parte sono addestrati a gestire le emergenze e con il Comando dei Vigili del Fuoco stiamo perfezionando l'interazione tra le due squadre, la loro e la nostra". E se accadesse di notte? "La procedura resta condivisa, anche se è probabile che i primi a intervenire sarebbero comunque i vigili del fuoco".

La tragedia di Notre-Dame, però, apre anche un'altra serie di riflessioni, come spiega l'ingegner Canali, "e qui spiego perché alla fine, anche se fatti in materiali diversi, da questi edifici non c'è differenza: perché la caratteristica che hanno è quella di avere tutti bisogno di continue cure. Il marmo e la pietra, per esempio, hanno un peso maggiore del legno, e questo comporta molta attenzione nella gestione della sicurezza per gli eventi sismici". Aggiunge il direttore dei cantieri della Veneranda: "Sono edifici concepiti per attraversare i secoli, ma o hanno le cure necessarie continue, o si rischia l'irreparabile". La Veneranda Fabbrica ha un consiglio laico, "a servizio della città e dei fedeli: per questo in momenti come quello che stiamo vivendo bisogna ricordarsi quanto sua prioritario continuare a investire nella manutenzione delle nostre opere. I milanesi hanno sempre contribuito tanto, ma serve il sostegno di tutti, pubblico e privati".

Dell'incendio di Notre-Dame ha parlato anche l'arcivescovo Mario Delpini: "Una ferita comune per tutta l'Europa, sto pensando come esprimere la solidarietà alla chiesa francese e alla città di Parigi, perché un simbolo che brucia è un lutto per tutti", ha detto.

https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/04/16/news/notre-dame_parigi_duomo_milano_veneranda_fabbrica_sicurezza-224162026/


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news