LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Labbraccio a Parigi. Notre Dame, disastro come alla Fenice
F. B.
Corriere del Veneto 16/4/2019

La solidarietà di Zaia e Brugnaro. Dattilo: impossibile gettare lacqua dallalto. Il coro: Comera e dovera

VENEZIA. Il tetto che brucia, le fiamme alte sopra Parigi, la guglia che cade avvolta dal fuoco. Notre Dame come la Fenice, ora dopo ora, lassociazione si fa sempre drammaticamente più vera e comincia a diventare lhashtag più diffuso. Una ferita non rimarginabile alla nostra civilità, ricordando la nostra Fenice, twitta in serata il governatore del Veneto Luca Zaia. Un dolore fortissimo nel vedere bruciare Notre Drame come quando è successo al nostro teatro dice il sindaco Luigi Brugnaro Un abbraccio commosso a tutti i nostri amici francesi, Venezia è sorella di Parigi, questa notte e per sempre. Ventinove gennaio 1996, 15 aprile 2019, le stesse immagini, lo stesso dolore, la stessa impotenza, le foto si susseguono: crolla il tetto della Fenice come quello della cattedrale francese. Non è certo che si riesca a salvare nulla, dicono in serata. Il presidente americano Donald Trump, twitta chiedendo di fare presto, qualcuno evoca i canadair. Ma questo non si può fare perché se il tetto è ancora sano lacqua non arriva sullincendio; se invece è rotto, gettare acqua allinterno non serve, dice il capo del Dipartimento dei vigili del fuoco Fabio Dattilo. Ventitré anni fa era lì, davanti al teatro veneziano, mentre le fiamme ora dopo ora mangiavano tutto lasciando solo i muri parametrali in piedi. Ho vissuto quella tragedia e normalmente questo tipo di incendi sono dovuti alla copertura lignea dei tetti che allepoca si utilizzava ricorda Probabilmente si è sviluppato così rapidamente perché è partito dalla parte alta ed è più difficile spegnerlo rispetto a un rogo partito dal basamento. È impossibile entrare dentro per il rischio crolli e solo attraverso le scale e dallesterno si può gettare acqua. Nel mirino i lavori di ristrutturazione: Anche la Fenice bruciò quando cera un cantiere, sottolinea, mentre lavvocato venezia Mario dElia punta il dito contro la stessa inettitudine, incapacità e le stesse colpevoli omissioni colpose e dolose di coloro che, preposti alla sorveglianza ed alla messa in sicurezza del patrimonio culturale dellUmanità, nulla hanno fatto per proteggerlo.

Furono necessari 630 giorni per restituire il teatro a Venezia: Ma qui cera soprattutto legno e cartapesta, a Parigi cè una cattedrale fatta di pietra e marmi, cè sicuramente una documentazione fotografica dettagliata, si potrà rifare tutto, confessa lo scultore e mascheraio veneziano Guerrino Lovato, che con la sua ditta, ed altre di supporto, rifece completamente la cavea della Fenice. Anche perché sottolinea i francesi non hanno il tabù di noi italiani, non hanno timore in questi casi a rifare le cose antiche esattamente in stile. Le immagini che giungono dalla Francia sono impressionanti: è una catastrofe aggiunge il presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti che ferisce la cultura e la storia europea, ma come è accaduto più volte nella storia di Venezia dico ai parigini di pensare già alla ricostruzione: comera, dovera.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news