LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Taranto.Gamification e contenuti culturali: il videogioco del museo Marta di Taranto
La voce di Manduria

Da qualche anno anche in Italia il concetto di gamification si sta diffondendo al di fuori degli addetti ai lavori come strumento estremamente potente per veicolare e trasmettere contenuti culturali. Da tempo impiegato in ambito educativo e in quello della formazione, la ludicizzazione prevede limpiego di tecniche e strumenti mutuati dal mondo del gioco e sempre più spesso da quello dei videogame, per raggiungere determinati obiettivi. Che possono essere nel settore del marketing la fidelizzazione del cliente, oppure la promozione di un certo brand.

In ambito scolastico il game based learning è adottato per incoraggiare lapprendimento o lo svolgimento di unattività. Visto che imparare giocando e divertendosi è il modo migliore per coinvolgere gli studenti e fissare le nozioni apprese.

Il coinvolgimento e l'engagement sono le risorse più potenti della gamification, risorse che hanno trovato applicazioni concrete in progetti di grande valore culturale come il videogioco del Museo di Taranto realizzato in collaborazione con il collettivo internazionale di artisti che fa capo allAssociazione Tuo Museo. Un percorso quello seguito dallassociazione supportato da una forte componente tecnologica e da una professionalità frutto di anni di lavoro che di recente ha dato vita al videogame Past For Future: esperienza interattiva per far conoscere la città di Taranto e il suo Museo.

Il videogame gratuito disponile per iOS e Android è stato sviluppato in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle attività Culturali e vede tra i suoi realizzatori lesperto di gamificationFabio Viola. Grazie allo sviluppo narrativo avvincente e a una parte grafica estremamente curata Past For Future racconta una storia che si dipana tra Londra e la Puglia con protagonisti William ed Erica.

Un esempio innovativo per avvicinare e far conoscere, secondo modalità nuove e coinvolgenti per un pubblico digitalizzato, le bellezze storiche di Taranto e i contenuti culturali presenti allinterno del museo. Una modalità di comunicazione efficace che trova nel nostro Paese esempi altrettanto avvincenti come il videogame Father and Son del Museo Nazionale Archeologico di Napoli o A Life in Music del Teatro Regio di Parma. In tutti e tre i casi stiamo parlando di veri e propri videogiochi sviluppati seguendo meccaniche narrative proprie del settore videoludico.

Al centro del quale si trova ovviamente lengagement dellutente. Per questa ragione anche nel settore dellintrattenimento dove la visione di una serie Tv o di un film risulta oggi eccessivamente passiva per lo spettatore, abituato a una maggiore interattività con lo spazio digitale, sono state sviluppateinnovative modalità di fruizione. Dopo il successo di Bandersnatch, ad esempio, la piattaforma di streaming Netflix ha proposto un nuovo prodotto interattivo molto simile a un videogame. La Scuola di sopravvivenza di Netflix ha per protagonista lalpinista Bear Grylls, ma lo spettatore stesso sarà chiamato a prendere parte attiva nelle varie scelte del conduttore esploratore. Saltare da una cascata oppure affrontare una bestia feroce? Seguire il percorso lungo la foresta, o guadare il fiume?

Si tratta di soluzioni avanzate, sviluppate da anni dallindustria videoludica per generare un engagement sempre maggiore da parte del giocatore. In questo caso le piattaforme di gaming online ad esempio hanno seguito un percorso inverso, rispetto alla loro controparte televisiva, puntando su un realismo sempre più accentuato. Esempi innovativi in questo senso sono stati adottati ad esempio nei casino live di Unibet dove la piattaforma di gaming online ha puntato su soluzioni tecnologicamente avanzate che prevedono simulazioni reali di veri ambienti di gioco con dealer in carne e ossa.

Una creatività che sembra non conoscere confini dove gli spazi digitali e quelli reali si compenetrano creando scenografie suggestive e rappresentazioni ultra realistiche, per una fruizione nuova e avvincente dei contenuti culturali. Su questo percorso si sviluppa la mostra multimediale su Van Gogh allestita a Lecce nelle sale del Convento degli Agostiniani. Dal titolo Van Gogh - The Immersive Experience la mostra offre un accesso unico al genio del pittore olandese con proiezioni in versione 3D delle sue maggiori opere. La gamification e strumenti innovativi di questo tipo pagano senzaltro, sia in termini di visite che in quelli informativi. E capita poi che progetti come Past For Future ricevano anche il plauso di piattaforme come Artribune, impegnata nel campo dellarte e della cultura contemporanea. Il videogame del Museo di Taranto ha infatti ricevuto il Premio come miglior progetto digitale per i beni culturali dellanno 2018.

https://www.lavocedimanduria.it/news/salento-puglia-e-mondo/805258/gamification-e-contenuti-culturali-il-videogioco-del-museo-marta-di-taranto


news

11-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news