LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I preziosi vasi della Farmacia devono restare a Caponapoli
Clemente Esposito
Corriere del Mezzogiorno - Campania 20/4/2019

Caro direttore, conosco bene il complesso monumentale degli Incurabili e il suolo sul quale poggia. Più volte, in qualità di presidente del Centro speleologico meridionale, ho ispezionato il ventre della collina di Caponapoli, per conoscere sia lo stato di salute delle cavità, sia lo stato di manutenzione delle vanelle e delle antiche caditoie dellacqua e dei pozzi. Inutile stare qui a parlare di allarmi, rischi geologici e altro.
In questo momento la situazione è critica e dopo il crollo del pavimento della chiesa di Santa Maria del Popolo si sta tentando di mettere in sicurezza lantico calpestio maiolicato della Farmacia nel quale, durante la mia ultima ispezione, ho riscontrato fessure larghe oltre un centimetro.

In questi giorni si parla tanto della sorte che toccherà agli antichi vasi della Farmacia, circa 400 bellissimi pezzi realizzati da Lorenzo Salandra e Donato Massa alla metà del XVIII secolo, con scene bibliche e allegorie. Essi sono lanima degli Incurabili. In un primo tempo lAsl Na1 e il soprintendente Luciano Garella assicurarono che i vasi sarebbero stati trasferiti in un locale adeguato e sicuro allinterno del complesso monumentale di Caponapoli. Nel vertice di Roma, invece, il Mibac ha chiesto che le preziose porcellane vengano trasferite al museo di San Martino. Io credo che il ricco patrimonio storico della Farmacia degli Incurabili debba restare a Caponapoli perché è esso stesso garanzia di rinascita del sito monumentale.

Non sappiamo quanto dureranno i lavori di consolidamento del sottosuolo e della struttura cinquecentesca, sicuramente non meno di cinque anni. Ma azzardare tempi tre volte più lunghi non sarebbe eresia. In quel caso chi potrebbe garantire che i vasi torneranno agli Incurabili? Io credo nessuno e, anzi sono sicuro che se si spostano, difficilmente saranno rimessi sugli scaffali della Farmacia. Chiedo quindi alla città e a chi ha a cuore il patrimonio monumentale, storico e artistico di Napoli, di mobilitarsi affinché i vasi maiolicati restino agli Incurabili, e precisamente nel museo delle arti sanitarie dove cè posto in sicurezza e dove verrebbero custoditi da chi, negli ultimi decenni, ne ha avuto cura certosina. Un complesso che senza il simbolo stesso della sua storia resterebbe desertificato. In merito cè già stata la mobilitazione dei farmacisti napoletani e, con me, degli speleologi. Che altre voci si aggiungano alle nostre.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news