LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Dalla Regione 80 milioni per gli Incurabili
Vincenzo Esposito
Corriere del Mezzogiorno - Campania 25/4/2019

La Giunta regionale ha programmato la dotazione di 80 milioni per gli Incurabili. Serviranno per il recupero dellospedale e del complesso monumentale.

Napoli. Prima boccata dossigeno per il complesso monumentale degli Incurabili, il più antico ospedale dEuropa. La Giunta regionale ha programmato la dotazione finanziaria di 80 milioni di euro a favore del piano di consolidamento e restauro del presidio ospedaliero di Santa Maria del Popolo degli Incurabili.

Il programma, che nella relazione dellAsl Napoli 1 ha un valore complessivo di circa cento milioni, è finalizzato - si legge in una nota - allattuazione degli interventi in grado di garantire condizioni di funzionalità e sicurezza per lutenza e preservare il patrimonio artistico e culturale dello storico ospedale.

Da fine marzo la chiesa del complesso ospedaliero è stata interessata da crolli e il 6 aprile scorso laggravamento del quadro di fessurazioni ha imposto lo sgombero dellospedale e della Farmacia, unico esempio di spezieria annessa a un ospedale in europa nel 500, poi ingrandita e divenuta monumentale nel 700. Con scaffalature, intarsi e stucchi di grande pregio. E oltre quattrocento vasi maiolicati.

Quando i finanziamenti saranno disponibili si potrà quindi passare allattuazione dei lavori di puntellatura della struttura (cominciati quelli più urgenti) per la messa in sicurezza. Il problema principale degli Incurabili è che poggia su alcune antiche cavità tufacee che negli ultimi decenni sono state compromesse dalla mano delluomo. A cominciare dal Dopoguerra con i detriti dei bombardamenti gettati in quegli invasi e che, forse in qualche modo, hanno impedito il normale deflusso delle acque. E le conseguenze si vedono oggi con la collina di Caponapoli che fa registrare piccoli cedimenti che coinvolgono il monumento, tanto da essere stato decisa levacuazione.

In questi giorni si discute soprattutto su dove andranno a finire i vasi maiolicati. Per Garella devono rimanere nel complesso in unala sicura, per il Mibac devono essere trasferiti nel museo di San Martino e restarci fino a quando i lavori agli Incurabili non verranno terminati. Il governatore Vincenzo De Luca ha invece indicato il complesso del San Gennaro al Rione Sanità come luogo per conservare i preziosi reperti. Cosa che non piace ai farmacisti, che hanno diffuso una nota dellOrdine e agli speleologi che nel sottosuolo di Caponapoli hanno a lungo lavorato, come Clemente Esposito, direttore del Csm: Se le preziose opere - spiega - saranno esposte nella basilica di San Gennaro dei Poveri ex ospedale correranno rischi: quellospedale non fu chiuso per gli stessi motivi per cui oggi si chiudono gli Incurabili? E poi che sistemi di sicurezza ci sono? No, per salvare la Farmacia i vasi devono restare agli Incurabili.



news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news