LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Festa per la Rampe del Poggi. Tornano le fontane mai viste
Lorenzo Sarra
Corriere Fiorentino 30/4/2019

Le Rampe tornano a zampillare
Il 18 maggio festa per tutta la città
Ultimato il restauro. Dopo quasi un secolo lo spettacolo delle fontane e delle cascate

Ci siamo. Il prossimo 18 maggio festa di inaugurazione dalle 16,30 alle 23, con spettacoli, musica e visite guidate sarà finalmente completato il restauro delle Rampe del Poggi, sul viale dei Colli. Dopo quasi un secolo, così, il sistema di fontane e cascate del suggestivo camminamento sopra la torre di San Niccolò tornerà allantico splendore, con zampilli e giochi dacqua ad adornare le scalinate ottocentesche ideate dallarchitetto fiorentino e dal suo braccio destro Attilio Pucci per il risanamento di Firenze. I lavori, cominciati lo scorso luglio dallimpresa Bartoli, hanno richiesto un investimento complessivo di 2,5 milioni di euro, interamente finanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze nellambito della normativa Art Bonus. Il restauro lo ha curato il Comune di Firenze, attraverso la direzione dei servizi tecnici, le Belle arti e la direzione ambiente di Palazzo Vecchio, supervisionati da Studio Hydea e dalla Soprintendenza archeologica. Né io, né nessun fiorentino vivente ha avuto la fortuna di vedere le Rampe con le fontane funzionanti ha spiegato ieri il sindaco Dario Nardella È un giorno storico, dopo un altro importante lavoro di restauro come quello della fontana del Nettuno, realizzato anchesso con Art Bonus. Mi auguro che questa iniziativa possa essere raccontata a livello internazionale. Raggiante anche il presidente di Fondazione Cr Firenze, Umberto Tombari: È la prima occasione di tale rilevanza in cui la Fondazione dona alla città non unerogazione in denaro ma la rinascita di un luogo incantato, unopera gestita e finanziata in via diretta, valendosi della normativa Art Bonus, che consente di mettere al servizio del progetto la maggiore snellezza operativa del privato per conseguire un fine di comune interesse. Il sistema delle Rampe si sviluppa su una superficie di 6.700 metri quadrati ed è stato realizzato tra il 1872 ed il 1876. Lo stesso si articola su tre ripiani, con le Grotte nicchie scavate sui primi due livelli nei muraglioni a retta, con una struttura in muratura rivestita da intonaco lavorato e da spugne e la Grande vasca polimaterica allultimo livello, composta da più bacini e rivestita di pietrame e mosaico. Lungo il percorso, sono però degne di nota pure le Scogliere e le Piccole Grotte, realizzate con blocchi di pietra proveniente dalle cave di Monte Ripaldi.

Un espediente, quello delle Rampe, per assicurare la stabilità geomorfologica della collina e allo stesso tempo benché poi la mancanza di approvvigionamento idrico abbia fatto sparire lacqua e dunque la vegetazione pensata nel progetto originale garantire unarea verde di indiscussa bellezza nel centro della città. Ecco perciò la necessità del restauro: 27 mila ore di lavoro, 100 quintali di materiali infestanti rimossi dalle superfici decorate, 1.200 nuove piante semiacquatiche tra ninfee ed altre specie, 150 spugne marine ricollocate, 30 quintali di ciottoli di fiume per ricostruire la grande vasca, 900 metri quadrati di prato reinstallato in piazza Poggi, oltre al moderno impianto idrico che non attingerà allacquedotto cittadino. Sì, perché il ricircolo sarà garantito da un serbatoio con 27 mila litri di capienza. Lacqua scorrerà così dalla sommità delle Rampe riempiendo la prima vasca, per poi confluire nelle tre Grotte e scendere nella seconda vasca attraverso una cascata larga 8 metri. Da qui, raggiungerà il ripiano delle Cinque Grotte, arrivando infine nella vasca ovale e in quelle di torre San Niccolò, per poi essere ripompata verso lalto da 90 Kw di potenza dalimentazione e da 450 metri di tubi.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news