LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. Musil, i cantieri possono partire
Pietro Gorlani
Corriere della Sera - Brescia 4/5/2019

Loggia in ritardo sullapprovazione del secondo lotto. A rischio il 70 per cento dei fondi Miur

Il Consiglio di Stato rigetta il ricorso Socim: in estate i lavori e la gara del II lotto Museo pronto per fine 2020 ma a rischio i fondi del Miur

Con un anno e mezzo di ritardo sulla tabella di marcia ora possono partire i cantieri per la realizzazione del primo lotto del Musil, il museo dellIndustria e del lavoro pensato dal Comune nel 2001. Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso di Socim, classificatasi seconda nella gara indetta da Basileus Spa, che ora attende di mettere a gara il secondo lotto (ingresso e torre): prima la Loggia deve approvare il progetto. E sul futuro allestimento cè il rischio che il Miur tagli il 70% dei fondi.

Si parte. Da ieri, con la pubblicazione della sentenza del Consiglio di Stato che valida la gara per la realizzazione del Musil, parte il conto alla rovescia per il taglio del nastro del primo museo cittadino dellIndustria e del Lavoro dItalia. Un progetto atteso da ventanni, la giunta Corsini indisse il concorso internazionale di idee, vinto nel 2004 dagli architetti Kleihues e Schuwerk. Un progetto atteso non solo dalla Loggia ma anche dalle associazioni di categoria (Aib su tutte) perché il progetto valorizzerà la cultura imprenditoriale della prima provincia manifatturiera dItalia, per dirla con il sindaco Del Bono. Ma anche perché fungerà da volano alla rigenerazione del comparto Milano: una grande fetta di città che nel Novecento ha ospitato veri e propri templi del lavoro come la Tempini, la acciaieria Danieli, la Togni, la Atb, di cui restano ancora ruderi evidenti.

La rigenerazione iniziò 15 anni fa con il centro commerciale Freccia Rossa, lAC Hotel, ed in seguito con il grattacielo Skyline 18 ed il complesso residenziale Life. Poi è arrivata la crisi del 2009, che ha congelato i sogni urbanistici. La società Basileus aveva già speso 38 milioni di euro per la bonifica del sito (inserito nel Sin Caffaro) da metalli pesanti e Pcb. E aveva realizzato già una serie di opere pubbliche concordate con il Comune (il nuovo cavalcavia alla fine di via Dalmazia e una serie di rotonde). Gli accordi prevedevano anche la costruzione del museo dellIndustria, un investimento da 22 milioni. Un progetto rimasto nel cassetto negli anni dellamministrazione Paroli (2008/2013) e ripreso allarrivo di Del Bono. Certo i ritardi non sono mancati: in virtù delle bonifiche più onerose del previsto limpegno economico di Basileus è stato rivisto: le sono stati scontati 10 milioni dalla realizzazione del Musil ed le sono stati assegnati 30mila metri quadri in più di edificabilità. Il progetto originario è stato quindi rivisto dallarchitetto Klaus Shuwerk. La commissione giudicatrice (tra i loro membri i presidenti degli ordini degli Ingegneri e degli Architetti) a novembre 2017 affidò i lavori al Consorzio Integra ed Arco Lavori, le quali avevano offerto un notevole sconto economico (da una base di 7,3 milioni si è scesi a 5,6 milioni) e temporale (dei 474 giorni previsti dal bando hanno offerto un ribasso del 30,4%). Sembrava fatta. Ma un doppio ricorso della seconda ditta classificata (la Socim di Napoli) ha ritardato i lavori di un anno e mezzo. Colpa anche della mancata presenza di deterrenti giudiziari atti a disincentivare i ricorsi temerari. Fatto sta che nel settembre del 2018 già il Tar di Brescia aveva nettamente respinto il ricorso di Socim, che contestava la congruità dellofferta, per linaffidabilità della quantificazione degli oneri di sicurezza aziendale indicati ma anche per leccessiva riduzione del numero di ore lavorate senza spiegare con chiarezza quali sono le soluzioni tecniche che si vorranno adottare. Lo stesso presidente del Tar Brescia, Roberto Politi, nel firmare la sentenza ricordava che lofferta era coerente con la normativa e che Socim se avesse voluto sostenere linaffidabilità della proposta avrebbe dovuto dimostrare che non è possibile raggiungere un simile livello di produttività neppure per imprese che dispongano di personale esperto e ben organizzato. Questo non è avvenuto. Una vittoria netta per Basileus, difesa dagli avvocati Francesco Fontana e Italo Ferrari. Non paga, Socim a gennaio si è rivolta al Consiglio di Stato, che ha discusso il ricorso in tempi rapidi (il 28 febbraio). La sentenza, pubblicata ieri, non accoglie nessuna delle tre censure mosse: né quella riguardante gli oneri di sicurezza aziendale ed i cavilli mossi in merito alle relative competenze, né quella sulla eccessiva riduzione del numero di ore lavorate (-44% nella stima della ricorrente), con conseguente riduzione del costo della manodopera ma anche dei tempi di realizzazione.

Via libera ai cantieri quindi. Quando partiranno? Da lunedì contatteremo il Consorzio Integra che deve firmare le fidejussioni di garanzia e poi può partire la cantierizzazione, mi auguro entro un mese spiega Antonio Taini, presidente di Basileus. Certo, bisogna capire se la rete di cooperative che ha 139 realtà associate e 60mila addetti coinvolti ha immediata disponibilità di manodopera: Fosse per me partirei anche a giugno ma devo attendere le disposizioni di chi ha vinto la gara. Ma se i lavori riguardano il primo lotto (sala espositiva e tutti i servizi tecnologici) larchitetto Shuwerk deve ancora depositare in Comune la revisione del secondo lotto (ingresso e torre panoramica) che vale 4,7 milioni di euro e per il quale serviranno sei mesi di lavori: va trovato anche laccordo con il progettista sul dislivello ipotizzato per lingresso. Lobiettivo di tutti è aprire il museo entro lautunno 2020.

Ora però si apre il nodo dei fondi per allestirlo: A2A ha già garantito i suoi 1,4 milioni ma mancano i 4 milioni della Regione mentre fondazione Musil comunica il rischio di un taglio del 70% dei contributi del Miur, anche se va registrata la disponibilità del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Vito Crimi, ad un incontro chiarificatore con il Ministro dellIstruzione. Realizzati i muri del museo, si dovrà quindi lavorare ai suoi contenuti e sperare che lafflusso dei turisti sia lievito per la rinascita di altre attività commerciali nella zona.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news