LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mantegna e Rembrandt tra i tesori nascosti di Pavia
Eleonora Lanzetti
Corriere della Sera - Milano 5/5/2019

Nel deposito dei Musei Civici: Opere inaccessibili al pubblico

Pavia. Nei nostri depositi ci sono oltre 900 dipinti e 20 mila incisioni antiche. Tesori di grande valore che pochissimi hanno avuto il privilegio di ammirare. La direttrice dei Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia, Francesca Porreca, apre le porte a quello che a tutti gli effetti è considerato il caveau delle meraviglie del maniero pavese. Qui, tele ed intere collezioni dallincredibile pregio, vengono trattate con estrema cura dagli archivisti conservatori che, in occasioni particolari e con permessi speciali, accompagnano studiosi e ricercatori in visita. Solo alcune di queste opere, a rotazione, arrivano in mostra: il resto è tutto custodito nei due saloni illuminati dalle bifore, dove si è narrata la storia tra Medioevo e Rinascimento.

Tutti i dipinti che non sono esposti, per ragioni di conservazione oppure perché non pertinenti a livello tematico o cronologico, restano in queste stanze spiega Francesca Porreca . Sarebbe bello poterle esporre sempre al pubblico, ma occorrono investimenti importanti. Il primo salone è quello dedicato alle stampe, il tesoro curato da Laura Aldovini, grande esperta di incisioni antiche. Migliaia di grandi volumi con opere di Dürer, Rembrandt, Mantegna, Burgkmair, Cranach, che escono da quei cassettoni solo di rado. Tutto è partito dal prezioso lascito Malaspina spiega la curatrice . Le incisioni sono soggette a sensibile deterioramento, quindi possono restare esposte per tre mesi e poi ricoverate per tre anni, come da disposizione ministeriale. Dopo la sala delle incisioni, si entra nel cuore pulsante del caveau del castello, quello delle chassis, enormi rastrelliere che sorreggono piccoli e grandi dipinti, capolavori artistici da raccontare. Sono eredità di benefattori e mecenati pavesi che lasciarono le loro collezioni ai Musei. Si parte dal Cinquecento e si arriva al Novecento; spuntano chicche che nessuno ha mai visto. Alcune tele di scuola rinascimentale sono coperte da garze e carta giapponese per il restauro. Molte opere, per poter essere curate dai segni del tempo che avanza, devono compiere lunghi viaggi, anche se potrebbe concretizzarsi un progetto tanto atteso, quello dellatelier del castello: Avere un laboratorio di restauro interno sarebbe un sogno dice la direttrice dei Musei . Ci consentirebbe di evitare di mandare altrove i nostri tesori, permettendone il recupero e lo studio direttamente qui. Unoperazione da ventimila euro annui, il preventivo, che si andrebbe ad aggiungere ai nuovi interventi di illuminazione e agli allestimenti delle sale aperte al pubblico per rendere meglio fruibili le opere. Come la Pinacoteca antica in cui troneggiano la Pala Bottigella del Foppa, il Cristo portacroce e i certosini di Bergognone, il Ritratto dUomo di Antonello da Messina; la sezione di Scultura Moderna e Gipsoteca; la sezione Archeologica nella Sala Azzurra; la sala del Modello ligneo del Duomo. Questultima custodisce una vera rarità: un modello in legno, con migliaia di tasselli ad incastro senza alcun chiodo, che riproduce fedelmente la Cattedrale pavese, realizzato alla fine del 1400 dalle maestranze che poi la edificarono: Stiamo mettendo a punto il progetto di rifacimento di questa sala che prevede linstallazione di un nuovo basamento con proiezioni luminose da sotto per ammirare anche gli interni del modello, e l aggiunta di pannelli e una videoguida sulla storia del Duomo.

Oltre alle mostre di richiamo internazionale, dunque, esiste un dedalo di meraviglie ancora poco conosciute: In esposizione fino al 28 luglio ora ci sono sessanta opere, superbe nature morte di De Chirico, De Pisis e Carrà, mostra che sta avendo successo, ma ogni sala dei Musei merita davvero di essere scoperta.




news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news