LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Memoriale di Auschwitz. Né domani né mai (ragazzi veniteci)
Gaspare Polizzi
Corriere Fiorentino 8/5/2019

L antisemitismo si contrasta coi fatti, e con limpegno a ravvivare, soprattutto nei giovani, linteresse per la storia.

Linaugurazione del memoriale italiano di Auschwitz allEx3 di Gavinana è un fatto che pesa, nel giorno della resa della Germania di Hitler ai sovietici e della fine della guerra in Europa. Un giorno che vale per lEuropa quanto il 25 Aprile per lItalia. La liberazione dal nazi-fascismo è la prima radice dellEuropa di oggi. Con il recupero e lallestimento di questopera straordinaria che unisce arte e memoria Firenze apre il primo museo italiano dedicato alla Memoria dello sterminio degli ebrei voluto da Hitler. Arte e memoria si intrecciano nella multimedialità di unistallazione che vede la tela dipinta da Pupino Samonà, un testo scritto da Primo Levi e la musica di Luigi Nono, in un impianto scenico pensato da Nilo Risi. LAssociazione Nazionale Ex-Deportati inaugurò il memoriale il 13 aprile 1980 nel Block 21 del campo di concentramento. E torna a inaugurarlo a Firenze, dopo che la Polonia, con motivi che è eufemistico definire pretestuosi, lo ha sfrattato perché non sarebbe in linea con le altre installazioni, più didattiche e documentali. Cè chi ridimensiona e distrugge la memoria, e chi la rinnova. Lo sforzo maggiore sarà ora quello di far visitare il museo ad adulti e ragazzi, a turisti e residenti, perché lanti-semitismo si sconfigge con la cultura, e con la comprensione di ciò che è stato. Simone Weil, una straordinaria filosofa di origine ebraica che si fece insieme cristiana e partigiana contro il nazismo, si interrogò sullo sradicamento del suo tempo di guerra, che raggiunse il massimo livello con le deportazioni in massa degli ebrei. Anche oggi si sentono segnali di sradicamento e di smemoratezza, in chi sostiene impunemente le gesta di Mussolini e di Hitler, nei ripetuti oltraggi e violenze contro gli ebrei e contro gli immigrati, in chi ripete parole dordine di mussoliniana memoria, riprendendone anche i gesti e la scenografia, come nel caso del comizio di Salvini dal balcone di Forlì. Riaprire un luogo della memoria significa lottare contro lo sradicamento, ritrovare le nostre radici comuni e offrire al pubblico unopera darte che parli al visitatore con le frasi di Primo Levi: Osserva le vestigia di questo campo e medita(...). Fa che il frutto orrendo dellodio, di cui qui hai visto le tracce, non dia nuovo seme né domani né mai!. Né domani, né mai, con lesempio, la cultura, la lucida testimonianza dei fatti .



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news