LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Franciacorta: appello ai sindaci per la tutela
Matteo Trebeschi
Corriere della Sera - Brescia 9/5/2019

Solo dieci dei 22 comuni franciacortini hanno un Regolamento edilizio unico che frena larrivo di nuovo cemento. Da qui lappello del consorzio vini, dellassessore Rolfi e della consigliera Beccalossi affinché tutelino il futuro del loro territorio.
Se la sostenibilità ha un significato concreto, allora i sindaci della Franciacorta dovrebbero approvare il Regolamento edilizio unico, quello licenziato mesi fa da Regione Lombardia: ad oggi, solo dieci dei 22 paesi che aderiscono Piano territoriale darea (Ptra) della Franciacorta hanno adottato questo strumento urbanistico. E gli altri? A poche settimane dalle elezioni amministrative, che interessano l80% di questi comuni, lex assessore al Territorio Viviana Beccalossi lancia un appello ai candidati sindaco: Al di là dellappartenenza politica dice il consigliere regionale chiedo a tutti limpegno di portare in approvazione il regolamento edilizio. Finora, lhanno adottato Cazzago, Erbusco, Gussago, Monticelli, Ome, Paderno, Rovato, Palazzo, Castegnato e Passirano. Ospitaletto è in fase di adozione, ma allappello mancano 12 comuni.

Il regolamento edilizio regionale è una novità che non riguarderà solo la Franciacorta: sono anni però che, in questa terra, si progetta la sostenibilità, si parla di regia unica, si chiede con forza di mettere fine alle colate di cemento (e agli impianti per il trattamento dei rifiuti). Il Piano territoriale è una scommessa non per pochi imprenditori, ma per le duecentomila persone che ci abitano. Cè una visione di progetto che vuole innalzare il territorio al livello del proprio vino per dirla con le parole del dirigente regionale Maurizio Federici. Bollicine e paesaggio si vendono insieme. E nei prossimi anni sarà sempre più così. Il nostro è un vino nobile, nel senso che valorizza prima il territorio che letichetta. Il territorio è il nostro asso portante. E senza di lui sostiene Maurizio Zanella, presidente di Ca del Bosco non andiamo avanti.

La stessa conversione al biologico è stata per molti viticoltori una scelta in favore del territorio. E non tanto un modo per spuntare ricavi maggiori. Ma in Franciacorta non si parla solo di vigneti, la progettazione di qualità ha bisogno di condivisione, come emerso al convegno di Rodengo Saiano sul futuro del Piano darea. Cantine, filari, bottiglie di livello e agriturismi non possono cozzare con certi panorami che si vedono alle uscite dei caselli di Ospitaletto e Rovato, altrimenti il turista torna indietro sostiene Zanella. Il territorio deve quindi sapersi distinguere, ma non per le sue brutture.

Che serva un piano urbanistico coordinato lo ha ribadito anche lassessore regionale allAgricoltura Fabio Rolfi. Senza il Piano territoriale darea, ogni comune mantiene uneccessiva discrezionalità. E invece pianificare insieme il futuro è unassoluta necessità ha detto lassessore al Territorio, Pietro Foroni. Sicuro che in un mondo globalizzato non vince più il singolo comune, ma lintera Franciacorta.

Non bisogna però abbassare la guardia, visto che nel 2016 ci sono stati imprenditori del vino che volevano fare interventi urbanistici invasivi (così Beccalossi ha ricordato il progetto di raddoppio delle Corti franche). Ora si chiede a tutti di credere concretamente nella sostenibilità della Franciacorta, adottando al più presto il regolamento edilizio (anche se il parere Ats è arrivato solo a marzo). A testimoniare tensioni e divisioni cè anche il caso dellassociazione Terre di Franciacorta, dove mancano allappello sei comuni (di cui due commissariati). Perché? Adesso prevalgono questioni tecniche fa notare il sindaco di Paderno, Silvia Gares ma per anni si è perso tempo per difficoltà partitiche



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news