LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Villa di Plinio tra messe nere e mosaici in balia dei vandali
V. Cost.
Corriere della Sera - Roma 12/5/2019

Nel 2017 il Comune: sito da valorizzare. Recinzione da rifare

La Villa di Plinio aspetta che qualcuno si ricordi di lei, che la salvi dallincuria e dalle mani voraci dei tombaroli.

Serve una mappa per riuscire a immergersi nella magia del sito archeologico, incastonato nel silenzio della Pineta di Castel Fusano. Si arriva quasi per caso alla Villa della Palombara (attribuita per anni come casa sul mare di Plinio il Giovane), si deve camminare parecchio circa un chilometro - sui sentieri dalla via Litoranea di Ostia, per ammirare gli splendidi mosaici che ritraggono Nettuno con il tridente, su un carro trainato da due ippocampi tra pesci e cavalli marini. Un percorso decadente tra le discariche e il racket della prostituzione: a decine le vittime del mercato del sesso che lavorano a ridosso della pineta.

Gli appassionati di gite e storia sanno dove si trova la villa e sanno anche che accedervi è semplice. Soprattutto se, come succede spesso, le sbarre di accesso sono aperte a chiunque: nonostante il fatto che, come indica il cartello che recita lordinanza della sindaca Raggi, lingresso al parco non sia consentito alle auto. Poi entrare nel sito imperiale è un gioco da ragazzi: la recinzione è divelta ormai da anni, non esiste alcuna tutela per il sito. Tanto che è stato a più riprese oggetto di vandalismi, le opere mosaiche devastate un pezzo alla volta, finché un giorno non ne rimarrà nulla. Gli amanti del satanismo lhanno anche trasformata in macabro set per dilettantesche messe nere: sono stati rinvenuti più volte biglietti votivi e altarini pagani.

Il luogo resta un privilegio per pochi, nonostante gli annunci del Campidoglio che nel 2017 dichiarava la ferma intenzione di procedere spediti verso la tutela e la valorizzazione della storica Villa di epoca romana, attivando un percorso virtuoso di manutenzione contro il degrado che attualmente la attanaglia e un monitoraggio costante della situazione. Le parole erano di Carola Penna, consigliera capitolina e presidente della commissione Turismo, che allora voleva denunciare le pessime condizioni del sito e segnalava fondi stanziati nel 2007 dallallora assessorato alle Politiche culturali spariti nel nulla.

Se per valorizzazione turistica, però, oggi si intende un paio di cartelli informativi nuovi e lerba tagliata in due anni, allora sì qualcosa è stato fatto. Il recinto con gli enormi buchi invece è intatto. Chiunque, malintenzionato o meno, può entrare ad ammirare i resti archeologici. Assenti persino vaghe indicazioni culturali che segnalino la presenza della Villa, sia da Ostia che dalla Cristoforo Colombo. Sui siti e nei pacchetti turistici esiste certo, ma la concorrenza dei vicini scavi di Ostia Antica è dura. La villa imperiale del mare della Capitale - chiamata Palombara per la presenza di un leccio usato nell800 per la caccia ai palombi, ovvero i piccioni selvatici tanto non ha fretta, attende un futuro migliore ormai da migliaia di anni.



news

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

05-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 5 aprile 2020

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

Archivio news