LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L’annuncio del ministro: la Germania restituirà l’opera rubata agli Uffizi
Ivana Zuliani
Corriere Fiorentino 12/5/2019

Il «Vaso di Fiori» tornerà presto al suo posto, a Palazzo Pitti. Il quadro del pittore olandese Jan van Huysum, rubato dai nazisti alle Gallerie degli Uffizi durante la Seconda Guerra Mondiale sta per tornare in Italia. Il governo di Berlino è disponibile a restituirlo, dopo l’appello lanciato a inizio anno dal direttore degli Uffizi Eike Schmidt.

La possibile svolta è stata annunciata ieri dal ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli che nei giorni scorsi all’inaugurazione della Biennale di Venezia aveva incontrato la ministra di Stato tedesca per le politica estera culturale, Michelle Müntefering: è stata l’occasione per ribadire l’auspicio che il dipinto possa fa ritorno agli Uffizi. La ministra da parte sua ha ribadito da parte del governo tedesco, «la massima collaborazione affinchè il dipinto possa tornare, nel più breve tempo possibile» nel nostro Paese. Così il ministro Bonisoli annuncia su Twitter: «Confermata la disponibilità a far rientrare in Italia il Vaso di Fiori di Van Huysum, rubato dai nazisti agli Uffizi».

Il post è stato subito rilanciato dai canali social degli Uffizi proprio perché l’annuncio di Bonisoli dopo anni di stallo sembra proprio rappresentare il passo finalmente decisivo.

Ma anche i Cinque Stelle, la formazione politica a cui appartiene Bonisoli, esultano: dai consiglieri regionali al candidato sindaco Roberto De Blasi, tutti si congratulano col ministro. E il Guardasigilli Alfonso Bonafede twitta: «Il Vaso di Fiori appartiene all’Italia, dobbiamo riportarlo agli Uffizi. Grazie a Bonisoli per l’impegno, il ministero della Giustizia è ovviamente a disposizione per fare qualsiasi cosa in nostra potere».

«È molto importante che il governo tedesco riconosca l’appartenenza del quadro a Palazzo Pitti. Il fatto che sia disponibile è un’ottima notizia, ora lavoriamo per far realizzare questo impegno», commenta Eike Schmidt. Era stato proprio lui a lanciare il primo giorno del 2019, un appello alla Germania affinché restituisse al governo italiano, legittimo proprietario, e quindi al museo fiorentino il dipinto, sottratto illecitamente dai soldati della Wehrmacht tedesca durante l’occupazione di Firenze nel 1944 e poi finito nelle collezioni di una famiglia tedesca, che nonostante le sollecitazioni dello Stato Italiano non lo aveva mai mostrato intenzione di ridarlo.

Ne seguì la convocazione in via straordinaria di una riunione del comitato per la restituzione dei beni culturali, poi le prime indicazioni da parte del governo tedesco sul suo sostegno per una restituzione agli Uffizi quale obiettivo ultimo, emersa nella risposta del ministro per gli Esteri tedesco Michael Roth a una interrogazione del deputato De Masi. E l’ammissione del governo tedesco che il «Vaso di fiori» «appartiene agli Uffizi». «Questo processo — ha spiegato Schmidt — ha fatto un altro passo avanti. Non è ancora del tutto risolto, ma questa disponibilità è molto importante, sarebbe bellissimo se si potesse concludere nel corso di quest’anno, anche se i tempi tecnici non sono brevissimi».

In tutti questi mesi il governo italiano, la direzione delle Gallerie degli Uffizi e il governo tedesco sono stati in continuo contatto per risolvere la vicenda. «Lo siamo ancora oggi e continueremo finché non sarà concluso questo rientro» ha concluso Schmidt.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news