LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Urbino. Inaugurata la mostra di Raffaellino a Palazzo Ducale. Sgarbi attacca la soprintendente
FEDERICO SOZIO
Il Ducato 16/05/2019

Vittorio Sgarbi ha inaugurato la mostra “Da Raffaello. Raffaellino del Colle” nelle sale del Castellare del palazzo Ducale di Urbino fino al 13 ottobre 2019. L’esposizione dedicata a Raffaellino del Colle, artista manierista del Rinascimento e uno dei più fedeli seguaci di Raffaello, ripercorre l’attività del discepolo del “divin pittore” che pur essendo stato largamente attivo nelle Marche, secondo Sgarbi necessita oggi una rivalutazione storica e una maggiore divulgazione. All’appello, però, mancano ancora diverse opere. L’assessore alla Cultura del Comune di Urbino si è scagliato, per questo motivo, contro la soprintendente regionale e i funzionari che hanno negato l’arrivo di tavole e tele, tra le altre, da Piobbico e Sansepolcro: “Chiedo le sue dimissioni” ha ribadito più volte.

Il percorso è introdotto da due opere di Raffaello arrivate dall’Accademia Nazionale di San Luca a Roma: si tratta della Madonna con il Bambino del 1502 e l’affresco staccato con Putto reggifestone databile tra il 1511 e il 1512 “come avere un pezzo di Cappella Sistina” riflette Sgarbi.

Per la prima volta si possono ammirare in esposizione alcune delle opere più significative di Raffaellino provenienti da chiese e musei di Roma, Urbino, Perugia e (se arriveranno nelle prossime settimane) anche dai piccoli centri dove finora sono state custodite senza essere valorizzate come meritano, secondo Sgarbi. Lavori databili tra la prima e la seconda metà del Cinquecento come Santa Caterina incoronata da due angeli (1527-1530) e la Sacra famiglia con S. Giovanni Battista (1560).

Per il pittore, nato a Sansepolcro – città natale di Piero della Francesca – è un ritorno a casa. L’artista fu tra i favoriti della corte urbinate dei Della Rovere già dagli anni trenta del Cinquecento e fu attivo in molte località del Ducato come Urbino e Urbania.

Come spiega Vittorio Sgarbi si può ricercare un parallelismo tra Raffaellino del Colle e Raffaello con le vicende dei due artisti che si intrecciano. Il primo era stato allievo nella bottega del secondo, a Roma, i lavori di Raffaellino si trovano nelle Stanze vaticane con le opere di Raffaello: “Io ero già a conoscenza della grandezza di questo pittore, che ama Raffaello e dopo la sua morte lo riporta nella terra dove è nato, ne riprende opere e motivi”.

Un’inaugurazione però non al completo, dal momento che su 15 opere ne mancavano ben cinque. Per questo Sgarbi ha attaccato Marta Mazza, soprintendente (arrivata a marzo 2019 ndr) all’archeologia, belle arti e paesaggio delle Marche: “Questa è la prima grande mostra per le celebrazione raffaellesche e la soprintendenza delle Marche, presieduta da un’assoluta nullità, invece di partecipare e collaborare ha evidentemente ritenuto opportuno di opporre questione per cui c’è una parte buia della mostra. È un segno sbagliato di un’assenza di collaborazione tra la Soprintendenza che è lo Stato e lo Stato che ha voluto questa mostra”.

“E’ come lo Stato contro lo Stato – ha proseguito il critico d’arte – sono matti, il comitato nazionale ha stabilito questa mostra e la Soprintendenza deve farla. Se non la fa, io la denuncerò presso la Procura. E’ un atto contro lo Stato, lo sappia la mezza soprintendente che è arrivata”.

http://www.ilducato.it/2019/05/16/arte-inaugurata-la-mostra-di-raffaellino-a-palazzo-ducale-sgarbi-attacca-la-soprintendente-foto-e-video/


news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news