LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Varese. Ceramiche d’autore. Appello per salvare l’atelier degli artisti
Andrea Camurani
Corriere della Sera - Milano 15/5/2019

L’opificio che ospitò Fontana, Guttuso, Hesse

Varese. Quando decisero di realizzare un laboratorio ceramico negli anni Cinquanta, Paolo Robustelli e la moglie Tullia Bossi non si sarebbero mai immaginati che tra le colline del Varesotto, a Cunardo, sarebbe sorto un vero e proprio opificio di cultura dove grandi artisti moderni, ma anche intellettuali e poeti si sarebbero spesso dati appuntamento quasi inconsapevolmente. Sono le «Ceramiche Ibis», a metà tra la bottega dell’artigiano e il covo di un alchimista dove cotture e colori vanno a braccetto con forme e fantasia: tutto ancora oggi frutto della mente artistica di Giorgio Robustelli, 77 anni, figlio di Paolo e Tullia, che ogni giorno apre il suo regno per lavorare. «Ma il mio obiettivo ora è lasciare un segno a chi verrà dopo di me e quindi lasciare in eredità al territorio quanto è stato realizzato e quanto ancora oggi può essere ammirato».

Due antiche fornaci in pietra, una bottega al pianterreno e tanti pezzi esposti anche all’aperto e realizzati da artisti di primo piano che qui venivano a creare e a cuocere oggetti unici e ad imparare l’antica arte del ceramista. Ci sono le sculture di Emil Schumacher, esponente dell’informale tedesco celebrato dal grande museo di Hagen: «Capitò qui quasi per caso e rimase per mesi, alla ricerca dell’ispirazione»; oppure i lavori di Hsiao Chin, uno dei fondatori del primo movimento d’arte astratta cinese. Ma anche importanti testimonianze di casa nostra come Lucio Fontana, o Renato Guttuso.

Perché venivano qui? «Questo è un luogo magico. Arrivava spesso anche Hermann Hesse, ricordo le brevi passeggiate nel verde profondo di questi boschi. Sosteneva di percepire lo stesso magnetismo che avvertiva sul Monte Verità, sopra Ascona», racconta Robustelli, che ricorda veri e propri cenacoli negli anni ‘60 e ‘70 capaci di attirare nelle montagne della Valganna anche intellettuali del calibro di Gillo Dorfles. O maestri della narrazione come Piero Chiara, «che era di casa e spesso si divertiva a decorare piatti con suoi disegni di fantasia». Poi il lento declino: prima la perdita dei genitori, poi quella del fratello Gianni, dieci anni fa.

Questo spazio, creato in origine come fornace di calce dal nonno materno Carlo ospita oggi un museo permanente con opere anche all’aperto realizzato proprio da Giorgio Robustelli, proprietario dell’immobile. Anni fa il tentativo di coinvolgere anche alcune scuole, per tramandare il mestiere. «Ma è molto difficile trovare qualcuno cui passare il testimone e per questo voglio lanciare un appello affinché enti o associazioni si prendano a cuore il futuro di quello che a tutti gli effetti è un posto a cavallo fra il museo d’arte e di archeologia industriale».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news