LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Lacqua torna a scorrere dalle Rampe dopo 100 anni
Edoardo Semmola
Corriere Fiorentino 19/5/2019

E la pioggianon fermala festa

La festa e le iniziative previste sono state rimandate causa maltempo, ma in tanti sono andati lo stesso alle Rampe del Poggi, a Firenze, sotto piazzale Michelangelo, per la chiusura dei lavori di restauro finanziati da Fondazione Cr Firenze ed il ritorno dellacqua dopo 100 anni nelle vasche e nelle fontane. Così le Rampe, che costarono più del doppio del previsto, sono tornate al volto pensato da Giuseppe Poggi nella seconda metà dellOttocento.

La festa era stata annullata per maltempo, lo avevano già annunciato da due ore. Ma a festeggiare le nuove Rampe sono venuti in tanti abitanti di San Niccolò e non solo, armati di k-way e ombrelli. Perché lattesa di rivedere lacqua scorrere di nuovo giù per la collina era tanta, e non volevano perdersi il primo zampillo della nuova vita del complesso monumentale sotto piazzale Michelangelo.

In centinaia si sono accalcati ieri pomeriggio sulla seconda rampa del percorso architettonico progettato da Giuseppe Poggi quando il sindaco Dario Nardella e il presidente di Fondazione Cr Firenze Umberto Tombari hanno premuto allunisono, mano sulla mano, il pulsantone rosso volendo fare uninaugurazione-spettacolo, nonostante la pioggia battente, hanno usato lo stesso fungo dei quiz televisivi, da Mike Bongiorno a Sarabanda che ha ri-acceso la fontana ottocentesca dopo quasi un secolo. Ci sono voluti dieci mesi di cantiere e due milioni e mezzo di euro di investimento (attraverso il meccanismo dellArt Bonus) per ripristinare lacqua nelle fontane, nelle vasche e nelle grotte del complesso, ai lati della Torre di San Niccolò, così come lo aveva pensato il suo architetto. E come da decenni non accadeva più. In dieci minuti scarsi, a partire dal via col pulsante rosso, lacqua è passata dalla conchiglia posta al terzo livello fino alla grande vasca e ancora giù tra gli applausi delle persone intervenute e le note dell Inno alla gioia di Beethoven, lungo i 54 metri del suo percorso. Erano previste anche visite guidate, intrattenimento e musica, tutto è stato solo rimandato a cieli più sereni.

È una grande gioia ha detto Nardella rivedere questo complesso tornare a funzionare. È una giornata indimenticabile e storica. Della rapidità di esecuzione dei lavori si è complimentato Tombari che ha sottolineato come un intervento molto impegnativo e con non poche difficoltà sia stato completato in soli nove mesi. Il merito va alle maestranze per lentusiasmo e lalta competenza dimostrata. Firenze ha davvero delle eccellenze senza le quali il risultato non sarebbe stato questo.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news