LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei, oggi il round decisivo
Gimmo Cuomo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 21/5/2019

Il ministro Bonisoli riconvoca i tre candidati alla direzione del
Parco archeologico

Colpo di scena per la nomina del nuovo direttore generale del Parco archeologico di Pompei. Il ministro Alberto Bonisoli incontra nuovamente oggi a Roma lex direttore Massimo Osanna e gli altri due candidati inseriti nella terna sottopostagli dalla commissione tecnica: Maria Grazia Filetici e Maria Paola Guidobaldi. Il ritardo della scelta nascerebbe da ragioni di ordine politico sollevate sia dal M5s che dalla Lega.

Intanto ieri visita a sorpresa e in incognito alla Reggia di Caserta della nuova direttrice Tiziana Maffei non ancora insediata.

NAPOLI Colpo di scena nella vicenda della nomina del nuovo direttore del Parco archeologico di Pompei. Da fonti del ministero dei Beni culturali, riprese dallAnsa, si apprende che oggi i tre candidati alla direzione del sito vesuviano incontreranno nuovamente il ministro Alberto Bonisoli.

Oltre al direttore uscente Massimo Osanna, che ha ripresentato la propria candidatura, nella sede del Collegio Romano sono stati convocati anche Maria Grazia Filetici e Maria Paola Guidobaldi che compongono la terna espressa da una commissione tecnica e sottoposte al ministro per la decisione finale. Un ultimo incontro de visu con i tre candidati e poi anche per il nuovo direttore generale di Pompei potrebbe stesso in giornata arrivare la nomina. Si tratta dellultima decisione sulla governance dei beni culturali. Evidentemente anche la più difficile. Il ritardo nella scelta è stato denunciato ieri sul Corriere della Sera da Gian Antonio Stella che ha ricordato che dal 3 gennaio, ultimo giorno della gestione Osanna, a ieri ci sono stati 137 giorni per mettere fine allinterim affidato ad Alfonsina Russo, alla guida anche del circuito Colosseo-Foro-Palatino.

La riconferma dellarcheologo lucano, professore ordinario alla Federico II e protagonista della stagione della rinascita del sito archeologico vesuviano, sembrava fino a pochi giorni fa scontata, una semplice formalità imposta dalla legge. Ma evidentemente la faccenda si è complicata per ragioni che esulano dal merito scientifico. Nominato dal ministro Massimo Bray del Governo Letta, Osanna ha lavorato gomito a gomito col successore Dario Franceschini di cui ha conquistato sul campo la piena fiducia. Sarebbe stata proprio questa caratterizzazione a far passare in secondo pianto i meriti organizzativi e scientifici. E questo non tanto per la prevenzione di Bonisoli, che anzi ha più volte espresso parole di apprezzamento per Osanna, quanto per i maldipancia sia di esponenti del Movimento 35 stelle, sia della Lega. Non si può nascondere che linfuocata vigilia pre elettorale abbia reso ancora più difficile la decisione del ministro. La scelta però è diventata ora davvero improcrastinabile. Eppure Bonisoli ha già incontrato due settimane fa tutti e tre i candidati inseriti nella terna.

Il secondo giro di consultazioni davvero risulta incomprensibile. Non risulta infatti che questa prassi sia stata seguita in altre circostanze, per esempio nel caso della nomina del nuovo direttore generale della reggia di Caserta Tiziana Maffei. Il nome di questultima è stato infatti annunciato da Bonisoli alla vigilia della sua ultima visita a Napoli. Va però anche considerato che nel caso della Reggia di Caserta il direttore uscente Mauro Felicori non ha potuto concorrere alla successione di se stesso perché ormai in pensione. Tutti e tre i candidati alla guida del sito borbonico non portavano insomma il peso di una collaborazione impegnativa, per quanto proficua, con un governo precedente dal quale quali gli azionisti politici dellattuale vogliono marcare in ogni modo le differenze. Un dato è certo. Il tempo è abbondantemente scaduto: Pompei, ha bisogno di una governance pienamente legittimata a portare avanti il grande lavoro svolto negli ultimi anni per cancellare nel mondo limmagine di degrado e approssimazione diffusa nella triste stagione dei crolli.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news