LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Colorno. Torre delle acque e la sua "velata proprietà"
Parma Today, 24/05/2019

Uno dei più importanti monumenti storici di Colorno è la Torre delle acque. Il manufatto del 1700 riversa da tempo immemore in condizioni di degrado e abbandono. Oltre ad essere una struttura a costante rischio crollo è anche purtroppo accessibile a chiunque. Prova si evince dalla moltitudine di graffiti e rifiuti presenti nellarea.
Questo importante ed antico impianto idraulico che al tempo di Maria Luigia, alimentava le fontane del parco della reggia di Colorno fino ad oggi non ha visto un reale impegno da parte dei proprietari. Impegno nemmeno volto alla sua messa in sicurezza o perlomeno allinibirne laccesso.
Secondo lart. 95 D.Lgs del 22 gennaio 2004 n. 42, viene attribuito al Ministero per i beni e le attività culturali, la funzione di espropriare beni culturali immobili e mobili per causa di pubblica utilità, quando lespropriazione risponda ad un importante interesse atto a migliorare le condizioni di tutela ai fini della funzione pubblica dei beni medesimi.
Proprio per questo motivo ci siamo posti delle domande.
Ci siamo chiesti perché in tutti questi anni non si sia provveduto con un esproprio, dato che lattuale amministrazione si era impegnata a rimettere in sicurezza la struttura prima della fine del suo mandato? Ci siamo chiesti perché non vi sia stato ladeguato impegno da parte dellassessore al patrimonio?!
Il motivo è presto detto. Lassessore al patrimonio del comune di Colorno e attuale candidato sindaco in queste elezioni amministrative è strettamente correlato alla proprietà della Torre delle acque e dellarea adiacente. Una proprietà di famiglia. Cosa che ci ha decisamente sorpreso e maggiormente dopo aver letto sul suo programma elettorale quanto segue: La torre delle acque manufatto settecentesco testimonianza dei fasti Farnesiani, purtroppo insiste in un area esondabile e quindi non sfruttabile dal punto di vista economico e/o culturale, riteniamo però indispensabile evitare il crollo della struttura addivenendo ad accordo definitivo con la proprietà per la messa in sicurezza..... Ma se i proprietari sono loro, come si può scrivere una cosa del genere???
La vicenda dal sapore tragicomico continua con lidea che la proprietà della torre possa essere ceduta a titolo gratuito o per una cifra simbolica al comune di Colorno, e per rimettere in sicurezza il tetto (la parte più pericolante), sarebbero necessari circa 200.000 euro. Tutto questo imbarazza molti colornesi e ci spinge a continuare a chiedere almeno la messa in sicurezza dellarea, rendendola inaccessibile. Almeno una spiegazione sarebbe doverosa.

Il direttivo del gruppo AMO - COLORNO

http://www.parmatoday.it/attualita/torre-delle-acque-e-la-sua-velata-proprieta-6725104.html


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news