LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palermo. La rinascita di Maredolce: "Brancaccio deve tornare ad avere il suo castello"
Palermo today, 31/05/2019

La struttura aspira ad una nuova vita per ridiventare parte integrante del quartiere di Brancaccio: "Presto verrà iscritto nella famosa lista di monumenti Unesco"


Il percorso arabo normanno non si ferma ai nove monumenti che fanno parte del sito seriale Unesco, ma abbraccia una lunga lista di luoghi, non solo del Palermitano, che sono in maniera diversa legati al preciso periodo storico dellarabo normanno. Per questo motivo nel mese di settembre, un calendario di eventi e manifestazioni, incontri e visite guidate che culmineranno con la Notte Unesco punterà alla definizione di un percorso ampio ed articolato che abbracci i 22 siti in cui gli storici ritrovano le caratteristiche architettoniche riconducibili ad una precisa impronta stilistica. Il calendario è stato annunciato durante la giornata di studi che la Soprintendenza ai Beni Culturali e la Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia hanno dedicato al Castello di Maredolce.

Che aspira ad una nuova vita ma, soprattutto come ha sottolineato la soprintendente Lina Bellanca vuole ridiventare parte integrante del quartiere di Brancaccio, polo attrattore per il turismo di qualità che può scoprire così un sito di importanza eccezionale, da poco riconsegnato alla città dopo lunghi anni di degrado, abbandono e occupazione abusiva. Linserimento nel sito seriale sarebbe un fatto straordinario, ma noi per il momento puntiamo al recupero del castello e delle aree verdi, attesi da tutta Brancaccio, spiega la soprintendente.

Alle spalle del Castello di re Ruggero, un enorme distesa verde una bellissima incongruenza tra le case e i palazzi che in tempi lontani era un Eden mediterraneo con al centro, una meravigliosa peschiera (alimentata dalle sorgenti del vicino Monte Grifone) e la famosa isola artificiale a forma di Sicilia rovesciata. Si scoprono ancora gli antichi argini del lago voluto dai normanni, larco a sesto acuto, le canalizzazioni arabe ancora inesplorate. In tanti vorrebbero fosse riproposto il lago ma, come spiega la Bellanca, in questo momento non è pensabile un intervento del genere, che non sarebbe un ripristino ma un falso storico.

Maredolce è Palermo, e per suo stesso diritto storico, è parte integrante del sito UNESCO dice il sindaco Leoluca Orlando, nella sua veste di presidente del comitato di Pilotaggio del sito seriale anche se non è iscritto nella famosa lista di nove monumenti. Ma presto ce la faremo ad inserirlo, ormai il percorso virtuoso è avviato, Maredolce ha cambiato pelle. Intanto è giusto conoscerlo e valorizzarlo, Brancaccio deve tornare ad avere il suo castello. E proprio alla valorizzazione punta la Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia. Un programma fitto di eventi e manifestazioni che nel mese di settembre permetteranno di scoprire tutti i siti, sia quelli iscritti al sito seriale che quelli in un primo tempo esclusi spiega il direttore della Fondazione, Aurelio Angelini -. I criteri erano molto rigidi, ma lampliamento ad altri monumenti è molto meno complicato di quanto si creda. Intanto puntiamo alla valorizzazione di un percorso unico, che sia un attrattore turistico per ogni zona della città, e non solo. E convinca che questo patrimonio appartiene a tutti.

Lincontro a Maredolce è stata loccasione giusta per presentare la cooperativa sociale che si è aggiudicata il bando ed avrà in concessione per sei anni le aree verdi del castello sulla base di un programma di coltivazioni ed utilizzazione condivisa con la Soprintendenza, sotto locchio attento dellUniversità. Si tratta di unATS composta da Sosvile, Solidarietà, Sviluppo e Legalità, Liberamente, e Ada, Associazione diritti degli anziani: si occuperanno di rivitalizzare il mandarineto storico, riaprire i sentieri, piantumare i terreni, insomma riportare alla vita il giardino che potrebbe anche essere aperto ad un programma di spettacoli ed eventi. Insomma, far rinascere Maredolce, con una spinta sociale visto che il lavoro sarebbe portato avanti anche da giovani portatori di handicap e detenuti.

Alla fine dellincontro, molto partecipato dagli abitanti di Brancaccio, si è esibita la giovane Cantoria del Teatro Massimo.

http://www.palermotoday.it/cronaca/maredolce-rinascita-unesco-brancaccio.html


news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news