LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, denunciato il writer "innamorato" che imbrattò il loggiato del Vasariano
Andrea Bulleri
La Repubblica - Firenze 22/5/2019

L'uomo, un trentottenne residente in Campania, in una sola notte deturpò con sette scritte le colonne di Lungarno Archibusieri.

Lei si chiama "Connie", ed è una trentunenne fiorentina al centro delle attenzioni di un uomo residente in Campania. Lui, "Victor", ha deciso di dichiarare a tutti il proprio amore, scrivendolo sulle colonne che sorreggono il Corridoio Vasariano, su lungarno Archibusieri, a pochi passi da Ponte Vecchio. "Connie Rakaia ti amo", si legge sui graffiti fatti con un pennarello rosso. Firmato: "Victor Tattoo". Le scritte (sette in totale) sono state notate dai vigili urbani di Firenze la mattina del 23 aprile scorso: alcune imbrattavano le colonne del loggiato Vasariano, vicino agli Uffizi, altre i pilastri su Ponte Vecchio. Tutte erano state realizzate dalla stessa mano, che le aveva anche firmate con uno pseudonimo.

Così sono partite le indagini della municipale, che hanno permesso di risalire al presunto autore dei graffiti, realizzati tutti nella notte tra il 21 e il 22 aprile: si tratta di un uomo di 38 anni, sposato e residente in Campania, a Firenze nei giorni delle festività pasquali. A incastrare il writer seriale sono stati proprio i nickname con i quali aveva deturpato le colonne: digitando i nome sui social network la squadra antidegrado dei vigili è riuscita a risalire prima all'identità della ragazza, poi a quella del "graffitaro". Identità confermata anche dalle riprese delle telecamere di sorveglianza del Comune. L'uomo è così stato denunciato per danneggiamento e imbrattamento.

"Capisco le finalità dell'amore - ha commentato il sindaco Dario Nardella - ma ci sono modi più rispettosi per poter manifestare buoni sentimenti verso la propria amata. Certo non quello di imbrattare dei monumenti che sono per noi un simbolo di bellezza e devono essere per tutti un richiamo al rispetto totale". "In futuro - ha proseguito - ci attrezzeremo, d'accordo col tribunale, perché si possa pagare anche in natura nel senso che chi sporca poi dev'essere costretto a ripulire". "Intendiamo chiedere i danni - ha affermato il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt - perché pulire queste superfici costa e non è uno scherzo".

Quello del mese scorso è solo l'ultimo episodio di danneggiamento alle colonne del Vasariano in ordine di tempo. Dall'inizio dell'anno, sono già cinque le persone denunciate per aver imbrattato quest'area: quattro solo su Ponte Vecchio. Nel 2018, uno street artist spagnolo disegnò il volto di un satiro sotto il loggiato del Corridoio: l'uomo fu individuato e denunciato grazie a una lunga indagine della polizia municipale.

https://firenze.repubblica.it/cronaca/2019/05/22/news/graffitaro-226936673/


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news