LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Operazione dei carabinieri. Nel 2018 furti d’arte in calo, recuperate opere per tre milioni
E. Bir.
Corriere del Veneto 5/6/2019

Sequestrati falsi Mancini pronti ad «espatriare»

VENEZIA. Un dipinto raffigurante San Giovannino, attribuito a un pittore che ha vissuto tra il 12esimo e il 13esimo secolo, due pagine miniate smembrate dall’antifonario del 14esimo secolo rubato prima degli anni Novanta dall’Archivio di Stato, documenti storici di pregio. Queste sono solo alcune delle preziose opere recuperate nell’ultimo anno dai carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia che proprio alcuni giorni fa hanno chiuso una nuova indagine, scoprendo due dipinti falsi attribuiti al pittore Antonio Mancini.

Un olio su tela dal titolo «Gitana» e un altro su carta, «Il Veggente», entrambi con la firma del pittore. Opere che, in originale, sono state realizzate alla fine del 19esimo secolo. A trovarle è stato il personale dell’ufficio esportazioni della soprintendenza beni culturali di Venezia. Gli esperti si sono accorti che in quei due dipinti che stavano per essere trasferiti all’estero da un privato c’era qualcosa di strano e hanno informato i carabinieri, guidati dal maggiore Christian Costantini, comandante del nucleo Tutela patrimonio culturale. Fatte tutte le verifiche sui dipinti, gli investigatori hanno scoperto che si trattava di falsi e per questo sequestrati. . Riproduzioni fedelissime agli originali che una volta rivendute all’estero avrebbero fruttato circa 300 mila euro. «Il mercato dei falsi è molto fiorente — spiega il maggiore Costantini —. Quando si acquistano opere d’arte è importante seguire un decalogo dal sito dell’Arma. Non si fanno affari oggi per domani, bisogna comprare a prezzo di mercato altrimenti c’è qualcosa che non va». Casi come questo, insieme a furti e recuperi di beni rubati, se ne affrontano parecchi. Nell’ultimo anno, a livello nazionale, sono state arrestate 34 persone e 1.195 denunciate. I beni recuperati sono 56.434 tra oggetti antiquariali, archivistici, archeologici e falsi. In Veneto, «siamo soddisfatti dei risultati», dice il comandante provinciale dei carabinieri, Claudio Lunardo.

I furti di opere d’arte sono calati del 29 per cento. Nel 2018 sono stati 19 (nel 2017 erano stati 27). Venezia si dimostra una città molto attenta. Nell’ultimo anno i militari hanno recuperato 198 opere del valore di tre milioni. «La prevenzione — spiega Emanuela Carpani, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio — è fondamentale per tutelare il patrimonio». Sono stati intensificati i controlli nelle aree archeologiche, tutelate da vincoli paesaggistici e monumentali, nelle gallerie d’arte e negli esercizi antiquariali, in mercati e fiere.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news