LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. L'arte nel futuro: in Piemonte le chiese più belle si aprono con lo smartphone
Targato Cn, 07/06/2019

Dopo la sperimentazione dell'anno passato, salgono a 13 i beni culturali visitabili grazie alla app "Chiese a porte aperte", che grazie alle nuove tecnologie cambia il modo di visitare il patrimonio storico-architettonico

La Fondazione CRT ha fatto ambo, all'inizio, ma visto che la sperimentazione dava i risultati sperati ha puntato più in alto. E ha fatto 13. Tante, infatti, sono oggi le chiese del Piemonte che rivoluzionano il modo di fruire il patrimonio storico-artistico del territorio.

Dopo un primo tentativo con la Cappella di San Bernardo di Aosta a Piozzo (provincia di Cuneo) e la Cappella di San Sebastiano a Giaveno, ora basterà un clic dello smartphone anche per aprire le porte e apprezzare i contenuti di altre 11 chiese: da Lanzo a San Damiano Macra, passando per Serravalle Langhe, Mombarcaro, Bardonecchia, Chiomonte, Lusernetta e Villafranca Piemonte.

Grazie alla app "Chiese a porte aperte" - sviluppato nell'ambito del progetto Città e Cattedrali della fondazione CRT e delle diocesi di territorio - si potrà accedere a queste chiese, spesso piccole ma veri e propri tesori, e conoscerne la storia. Basterà registrarsi e prenotare l'orario di visita, gratuitamente. Per entrare all'ora stabilita basterà inquadrare il QR code con il cellulare e la porta si aprirà automaticamente. All'interno, un meccanismo scatterà in automatico per raccontare quel che il visitatore ha davanti agli occhi.

I luoghi sacri sono stati scelti tramite criteri precisi, anche di sicurezza, senza contare che per accedere è necessario fornire i dati della carta d'identità e la localizzazione del telefono.

Sabato 8 e domenica 9 alcuni volontari saranno a disposizione per un primo "assaggio" di questa nuova opportunità.

"E non ci fermeremo qui - garantisce il presidente della Fondazione CRT, Giovanni Quaglia - grazie anche alla collaborazione degli operatori sul territorio. Appena ci sarà un assessore di riferimento a livello regionale, avvieremo i contatti per fare sistema".

"Le aperture automatizzate - prosegue - sono l'ultimo tassello di un percorso che negli anni ha messo in rete oltre 500 beni ecclesiastici e vogliamo continuare a valorizzarli come luoghi vivi e riconosciuti".

"L'unione di conservazione di beni e innovazione tecnologica è appassionante - aggiunge monsignor Derio Olivero, delegato per i beni culturali ecclesiastici della Conferenza episcopale piemontese - e non pensare al futuro finisce per annullare anche il presente. Abbiamo un patrimonio incredibile che dobbiamo assolutamente conservare e tramandare. Ma faremmo un cattivo servizio se lo tenessimo solo surgelato in frigorifero: va reso vitale, perché parli e dica qualcosa a chi lo osserva. Anche in futuro".

"Con un corretto sfruttamento della tecnologia possiamo aprire luoghi della cultura che altrimenti rimarrebbero chiusi - sottolinea Luisa Papotti, soprintendente archeologia belle arti e paesaggio della città metropolitana di Torino - ed è significativo che non siano grandi luoghi famosi, ma piccole realtà che sono state molto significative per quel preciso territorio. In questa maniera si restituisce a queste piccole cappelle la loro funzione originaria: luogo aperto alla collettività, sosta per i viandanti oltre che per i fedeli, sostenendo il corpo ma anche lo spirito".

http://www.targatocn.it/2019/06/07/leggi-notizia/argomenti/attualita/articolo/larte-nel-futuro-in-piemonte-le-chiese-piu-belle-si-aprono-con-lo-smartphone.html


news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news