LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Centro storico La Curia accetta l’invito del Comune: via al patto per il decoro
Elisabetta Andreis
Corriere della Sera - Milano 8/6/2019

Bus turistici, più traffico in Area C
I pullman aumentati del 31%: ogni giorno 130 ingressi nei Bastioni. «Ipotesi super-ticket»

I bus turistici «invadono» il centro 130 volte al giorno: gli ingressi in Area C sono aumentati del 31 per cento, nonostante il rincaro sul ticket del centro città a loro riservato. Intanto i commercianti applaudono all’appello della Veneranda Fabbrica sull’eccesso di eventi attorno al Duomo, ripreso dall’assessore Filippo Del Corno, mentre gli architetti «giocano» a ridisegnare la piazza della cattedrale.

Bianchi, rossi, gialli. Pesanti, ingombranti. Ogni giorno i bus turistici «invadono» le vie storiche del centro per 130 volte. L’ aumento è stato vorticoso a dispetto del caro-ticket a loro riservato.

Un occhio ai dati: dal 2017 a oggi gli ingressi in Area C sono cresciuti del 31 per cento. E se si considerano solo gli autobus scoperchiati a due piani «stile Londra» (questi sono peraltro esenti da ticket) la crescita schizza addirittura al 105 per cento.

Sui primi (bus per i gruppi organizzati) decide il Comune. Palazzo Marino già a ottobre 2017 aveva inasprito le regole, come sperimentazione per due anni: rincaro netto del ticket che arriva fino a 100 euro, come disincentivo all’entrata in Area C. «Stangata», avevano protestato le associazioni di categoria, anche se l’importo elevato era addolcito da cinque ore di sosta gratuita in zone fuori dal centro storico. Dopo l’estate Palazzo Marino farà il bilancio e deciderà: ma ad oggi, risultati alla mano, neanche 100 euro paiono bastare come «tassa deterrente». I turisti sono un tesoro, la città attira di più.

I bus coi gruppi organizzati approdano allora soprattutto in Foro Buonaparte o in via subordinata in altre 9 spazi nella Cerchia dei Bastioni. Depositano i viaggiatori ed escono di nuovo, per la sosta lunga. Due anni fa 13 mila ingressi, la stima 2019 sfiora i 18 mila. Circa cinquanta al giorno.

A queste si aggiungono le 78 corse dei bus scoperchiati: i modelli hop on-hop off fanno capo a due agenzie. Ci sono i rossi «City sightseeing» (Zani viaggi) e i gialli «Milano open tour» (Air pullman e Star). Per loro il Comune concorda solo percorsi e fermate, sul resto regolamenta la Regione. Assimilati ai mezzi Atm, non pagano ticket.

«Noi abbiamo raddoppiato i viaggiatori, l’anno scorso sono stati 200 mila e contiamo di fare almeno altrettanto nel 2019 — spiega Andrea Astori, responsabile dei «City sightseeing». Quattro linee (l’ultima appena aggiunta) da Brera al Cenacolo, dalla Scala al Castello. Cinquantaquattro corse giornaliere, frequenza ogni mezz’ora da mattina a sera: nel 2017 erano 38 e il competitor — che oggi ha 24 corse — non era ancora entrato nel mercato.

«La nostra flotta conta dieci bus e potrebbero aumentare, a Roma ne abbiamo 14. Ma se il Comune ci chiedesse ulteriori sforzi in chiave ecologica siamo pronti — assicura Astori —. Uno dei nostri bus è già il primo turistico in Italia completamente elettrico».

Tornando ai veicoli per i gruppi organizzati, l’assessorato alla Mobilità li tiene d’occhio. A settembre scade il periodo di sperimentazione delle regole introdotte nel 2017: detto che i turisti fanno bene a Milano, in via di ipotesi potrebbe essere deciso un ulteriore rincaro del ticket?

Palazzo Marino resta prudente: «Continuiamo a richiamare le società che gestiscono il servizio a un senso di responsabilità verso Milano — sottolinea —. La città è sempre più attrattiva ma impone regole molto precise a favore dell’ambiente e contro la congestione».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news