LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Via Duomo, le ferite della strada dei musei
Walter Medolla
Corriere del Mezzogiorno - Campania 11/6/2019

Il Comune ferma il cantiere Unesco: non abbiamo colpe, ora vogliamo le relazioni

Via Duomo è una strada, oggi, segnata. Segnata dal cantiere che da qualche mese ne chiude in parte il passaggio, dal trauma per la morte del commerciante Rosario Padolino. Ma, soprattutto, segnata dai tanti teli verdi che avvolgono, come una vecchia coperta che ormai non scalda più, i tanti balconi e cornicioni pericolanti.

NAPOLI. Hanno fatto ritorno a casa nel pomeriggio di ieri i residenti dei palazzi di via Duomo interessati dal crollo del cornicione in cui è rimasto vittima il 66enne Rosario Padolino. «E’ stato un ritorno a casa particolare– ha detto Umberto Fabozzi, inquilino del palazzo di via Duomo- con un senso forte di amarezza. Si sarebbe potuto fare qualcosa, ma con i se e con i ma non si risolve niente. C’ è tristezza per quello che è successo». L’autorizzazione è arrivata dopo che l’intero tratto è stato messo in sicurezza, come da richiesta del Dipartimento Sicurezza- Protezione Civile del Comune di Napoli. Interventi che sono stati rapidi e che hanno permesso anche la riapertura del tratto di marciapiede compreso dall’angolo tra via san Biagio de Librai e il civico 246 di via Duomo.

Interventi urgenti e «tampone» finalizzati a eliminare il pericolo per l’incolumità di inquilini e dei tanti pedoni che transitano ogni giorno per una delle arterie principali della città. Per la messa in sicurezza «è stata realizzata una mantovana - si legge nel certificato di eliminato pericolo - composta da un piano orizzontale della larghezza di circa 2 metri e da un piano inclinato a 45° della ulteriore larghezza di circa 1,50, entrambi chiusi con tavolato metallico e con elementi di completamento in tavole di legno e teli in polietilene, al fine di poter proteggere il sottostante camminamento dalla eventuale ulteriore caduta di parti incoerenti dalle facciate dei due edifici».

Per interventi più imponenti bisognerà aspettare l’autorizzazione della Procura che ha sottoposto a sequestro probatorio le facciate dei due palazzi interessati dal crollo del cornicione, autorizzando solo «i provvedimenti e gli interventi tecnici, aventi carattere d’urgenza, necessari a tutela della pubblica e privata incolumità nell’eventualità di ulteriori crolli». Intanto l’Amministrazione Comunale dopo la tragedia di sabato in una nota a firma dell’assessore alla Sicurezza Abitativa Ciro Borriello sottolinea che il «Comune di Napoli non ha alcuna responsabilità in merito al tragico evento. Il Comune di Napoli si è visto subito costretto a sospendere in via temporanea i lavori previsti nel programma Centro Storico Sito Unesco interessanti l’intera zona (dalla intersezione di via San Biagio dei Librai alla intersezione con via dei Tribunali). A tal proposito – si legge- tutti gli stabili privati prospicienti all’area di cantiere di via Duomo verranno interessati da specifico atto amministrativo, finalizzato alla richiesta di aggiornamento delle condizioni strutturali degli stabili interessati». Nel primo semestre del 2019, a seguito di 562 accertamenti tecnici, di cui solo 340 hanno riguardato dissesti delle facciate, sono state emesse 497 ordinanze sindacali relative a 212 fabbricati, di cui 18 sono stati interessati anche da provvedimenti di sgombero. «E’ già allo studio dell’amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore alla Sicurezza Abitativa Ciro Borriello - un Regolamento con norme ancora più stringenti riguardanti le prescrizioni ai condomini privati, principalmente per quelli interessati da lavori di ristrutturazione, ciò al fine della tutela della pubblica incolumità. Nelle prossime ore verranno convocati gli Ordini Professionali e tutte le articolazioni comunali interessate, a partire dall’Avvocatura Municipale, per definire un nuovo quadro operativo tendente a stabilire un cronoprogramma da far recepire ai condomini privati».

Sulla vicenda è intervenuta anche Confcommercio che chiede alla Curia di Napoli e ai responsabili dei musei e dell’amministrazione comunale di fare fronte comune «per mettere insieme le forze necessarie affinché da questa tragedia possa nascere un rinnovamento per via Duomo».



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news