LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Intellettuali e associazioni: no al megaparcheggio
Mirella Armiero
Corriere del Mezzogiorno - Campania 11/6/2019

Montanari, Herling, De Lucia e diversi comitati si oppongono al progetto nelle cave di Capodimonte

Napoli. Uno dei luoghi più suggestivi della Napoli porosa è la parte sotterranea composta dalla trama fitta delle cave di tufo. Un reticolo di ampie grotte che percorre le viscere di Capodimonte e della Sanità.

Per il gruppo di intellettuali avvezzi a scendere in campo in difesa del patrimonio storico artistico della città quelle cave non devono essere utilizzate per realizzare 60 mila metri quadrati di parcheggi. Il nuovo appello della società civile porta le firme di Tomaso Montanari, Marta Herling, Vezio De Lucia tra gli altri, nonché quelle di varie associazioni, da Italia Nostra a Santa Fede Liberata, passando per il Wwf. Un nuovo fronte si è aperto, dopo la battaglia contro le griglie al Plebiscito.

Ma qual è stavolta, più nel dettaglio, la pietra dello scandalo? Il megaparcheggio e anche lipotesi di tre nuovi svincoli della Tangenziale. La III Municipalità, dintesa con il Comune e Tangenziale di Napoli, investe 500 mila euro in uno studio di fattibilità per costruire tre nuovi svincoli della tangenziale e per realizzare 60 mila metri quadrati di parcheggi nelle cave di tufo di Capodimonte spiegano i promotori dellappello. Proseguendo poi: Escludiamo che nel 2019, in piena crisi climatica, un progetto del genere possa essere ritenuto coerente con un modello di sviluppo sostenibile dei trasporti urbani. Numerosi studi dimostrano che laumento dei nodi di una strada a scorrimento veloce non decongestiona, bensì congestiona il traffico, e che il potenziamento delle infrastrutture per il trasporto privato non distribuisce i flussi, ma al contrario ne aumenta la portata.

La costruzione dei piloni di sostegno delle rampe, inoltre, avrebbe un impatto ambientale devastante sullarea verde interessata dal progetto, vincolata sia dal Piano Regolatore sia dal Parco Metropolitano delle Colline di Napoli. Un intervento simile, dunque, sarebbe in contrasto con le normative vigenti.

Altro punto dolente, quello delle cave. Una proposta che avviene in assenza degli specifici strumenti di pianificazione di cui Napoli è priva perché non elaborati o scaduti: il Put, Piano urbano del traffico, è scaduto nel 2006; del Pop, Piano urbano parcheggi, del 2005, e del Pums, Piano urbano della mobilità sostenibile, esistono dal 2016 soltanto le linee guida. A ciò si aggiunga che nel Piano Regolatore di Napoli è prevista la realizzazione della linea 9 nota come Metropolitana dei due Musei che potrebbe collegare facilmente la stazione Museo di piazza Cavour (linea 1) con il Museo Nazionale di Capodimonte e la stazione dei Colli Aminei (linea 1), dove peraltro esiste già un parcheggio di interscambio, riducendo il traffico veicolare della zona.

Già negli anni 70 venne proposto un progetto analogo, combattuto dalle associazioni ambientaliste poiché minacciava il polmone verde di Capodimonte. Napoli, conclude lappello, guarda indietro invece di guardare avanti, mentre Parigi ha appena acquistato 800 autobus elettrici e Amsterdam ha adottato un Piano di azione per laria pulita.



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news