LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia, Procuratie. Investimenti e posti di lavoro: la risposta a un certo turismo
Corriere del Veneto 11/6/2019

Lelemento principale del progetto è che porterà nuovi posti di lavoro nella città antica e, di conseguenza, anche nuovi residenti. Veneria, ne sono sicuro attirerà sempre più giovani e i talenti, che stanno già lavorando per costruire il nostro futuro, sfidando nella competizione le più grandi città metropolitane del mondo. Parla del restauro delle Procuratie Vecchia ma Luigi Brugnaro traguarda già il futuro. Perché il significativo investimento di Generali deve essere lesempio per altre aziende che devono puntare su Venezia. Del resto il sindaco lo ripete da tempo ed è chiaro a tutti che per non vivere solo di turismo la città deve attrarre aziende, e quindi lavoratori, famiglie, residenti. Del resto lamministratore delegato della compagnia assicurativa Aldo Mazzocco ha sottolineato come lintervento a San Marco nella sede storica del gruppo non è unoperazione immobiliare, ma vuole essere qualcosa di più dando una nuova a un palazzo. Ci saranno uffici di rappresentanza affittati ad associazioni, fondazioni e società che investiranno su Venezia e vorranno portare i loro clienti a San Marco.

Non a caso Brugnaro dice: La decisione di Generali di tornare nel cuore di Venezia dimostra che siamo una città dalle mille possibilità, dove gli investimenti garantiscono un ritorno importante, con tempi e costi certi: lo dico soprattutto agli altri imprenditori e alle altre Fondazioni. Aprire una sede internazionale qui, così come a Mestre o a Marghera, garantisce un ritorno dimmagine ed economico gigantesco e noi, come amministrazione, siamo a disposizione per fornire tutte le informazioni del caso. Se poi lintervento è come quello di Generali, non legato al turismo e che invece, come spiega il Group Ceo Philippe Donet è un modo per rendere il turismo più intelligente, allora Venezia riesce ad invertire la tendenza. Lelemento principale dellinvestimento della società infatti e la realizzazione della sede di Human Safety Net, con tanto di spazio espositivo, per promuovere le attività rivolte alle famiglie, ai rifugiati e ai neonati per dare alle vite delle persone più vulnerabili un impatto di lungo termine . I 25 milioni di turisti che toccano Venezia potranno entrare nelle Procuratie Vecchie solo per scoprire il lavoro di Safety Net, con mostre multimediali, ed eventualmente contribuire alla crescita dellinclusione sociale, specifica Donnet. Con questa operazione aggiunge il sindaco Venezia dimostra ancora una volta la sua vocazione di ascolto e dialogo sui temi internazionali, aprendo uno degli spazi cittadini più importanti, . (f. b.)



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news