LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ferragamo accende piazza Signoria. E mette il Biancone nel guardaroba
Laura Antonini
Corriere Fiorentino 12/6/2019

Applausi per la sfilata colorata di Paul Andrew
Il gigante dellAmmannati su magliette e camicie

La silhouette del Biancone, il Nettuno di Bartolomeo Ammannati recentemente restituito a nuova vita grazie al restauro finanziato per 1,5 milioni di euro dal gruppo Ferragamo, diventa fantasia pop e colorata per magliette e camicie da uomo. Sono alcune delle nuove creazioni disegnate dallo stilista della Maison fiorentina, Paul Andrew, andate in scena ieri sera tra gli applausi in piazza della Signoria per la prima sfilata evento del calendario di Pitti Uomo 96. Anche un debutto per la casa di moda fondata da Salvatore Ferragamo nel 1927 che ha voluto interamente produrre lo show con lintenzione di condividere e rendere omaggio alle origini del marchio e alla città di Firenze aveva anticipato il designer inglese prima della passerella da sempre fonte di ispirazione e creatività ma anche fucina di saper fare e artigianalità ancora oggi nel dna delle creazioni Ferragamo. Tutti valori che lo stilista per la sua prima collezione maschile ha declinato ed espresso sulla passerella creata per loccasione in una cornice unica. Ed ecco il nuovo uomo Ferragamo vestito con tutti i colori dellarcobaleno, dal verde menta al rosa caramella e dal giallo oro al malva, con capi comodi e facili da indossare realizzati con cura sartoriale utilizzando tutta lo sterminato ventaglio di materiali e lavorazioni artigianali care a Salvatore Ferragamo e ora rese contemporanee grazie alluso delle nuove tecnologie. Il guardaroba delluomo Ferragamo si compone di capi pratici e dai dettagli tipici del workwear (abbigliamento da lavoro), come le tasche a soffietto, nobilitati dalla perizia con cui vengono realizzati. Ibridi e multiuso gli accessori con citazioni dal passato come i sandali in pelle ispirati al modello Kimo disegnato nel 1951 da Salvatore Ferragamo, e mentre le espadrillas vengono realizzate con la zeppa le sneakers, in pelle, hanno la suola in gomma stampata con gli intrecci tipici della lavorazione della paglia. Accompagnati da una colonna sonora di canzoni tributo al decennio di passaggio tra gli anni 70 e gli 80 sulle note di Love is the Drug dei Roxy Music, Cars di Gary Numan, Warm Leatherette di Grace Jones, Fashion di David Bowie e I feel love di Donna Summer, i quarantuno modelli uscendo dallarengario di Palazzo Vecchio sono scesi in piazza tra le cinque file di sedute dove hanno preso posto quasi 400 ospiti mentre oltre le transenne chiunque poteva vedere lo spettacolo. Unemozione che è bello condividere con tutti, ha detto Ferruccio Ferragamo.

In passerella, un cast multigenerazionale con modelli per un giorno anche personaggi famosi come lattore Hero Fiennes-Tiffin (idolo dei giovanissimi), Josh Lucas, il presidente della casa daste di Sothebys Michael Berger-Sandhofer e lart director e designer Peter Saville.

Tra loro anche 16 modelle per completare lessenza del marchio. Ricco il parterre de rois, dal sindaco Dario Nardella allassessore alla cultura con delega alla moda Tommaso Sacchi al direttore degli Uffizi Eike Schmidt e 24 tra attori internazionali e amici del marchio. Seduti in prima fila accanto a Ferruccio Ferragamo, presidente della maison e Micaela Le Divelec Lemmi amministratore delegato, si sono visti tra gli altri lattore Stanley Tucci del Diavolo veste Prada , i fratelli Dylan e Cole Sprouse, la cantante Kelsey Waters.Per loro e per altri 60 selezionatissimi ospiti al termine della sfilata cena nella sala degli Elementi di Palazzo Vecchio.



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news