LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ferragamo accende piazza Signoria. E mette il Biancone nel guardaroba
Laura Antonini
Corriere Fiorentino 12/6/2019

Applausi per la sfilata colorata di Paul Andrew
Il gigante dell’Ammannati su magliette e camicie

La silhouette del Biancone, il Nettuno di Bartolomeo Ammannati recentemente restituito a «nuova vita» grazie al restauro finanziato per 1,5 milioni di euro dal gruppo Ferragamo, diventa fantasia pop e colorata per magliette e camicie da uomo. Sono alcune delle nuove creazioni disegnate dallo stilista della Maison fiorentina, Paul Andrew, andate in scena ieri sera tra gli applausi in piazza della Signoria per la prima sfilata evento del calendario di Pitti Uomo 96. Anche un debutto per la casa di moda fondata da Salvatore Ferragamo nel 1927 che ha voluto interamente produrre lo show con l’intenzione di «condividere e rendere omaggio alle origini del marchio e alla città di Firenze – aveva anticipato il designer inglese prima della passerella — da sempre fonte di ispirazione e creatività ma anche fucina di saper fare e artigianalità ancora oggi nel dna delle creazioni Ferragamo». Tutti valori che lo stilista per la sua prima collezione maschile ha declinato ed espresso sulla passerella creata per l’occasione in una cornice unica. Ed ecco il nuovo uomo Ferragamo vestito con tutti i colori dell’arcobaleno, dal verde menta al rosa caramella e dal giallo oro al malva, con capi «comodi e facili da indossare» realizzati con cura sartoriale utilizzando tutta lo sterminato ventaglio di materiali e lavorazioni artigianali care a Salvatore Ferragamo e ora rese contemporanee grazie all’uso delle nuove tecnologie. «Il guardaroba dell’uomo Ferragamo si compone di capi pratici e dai dettagli tipici del workwear (abbigliamento da lavoro), come le tasche a soffietto, nobilitati dalla perizia con cui vengono realizzati». Ibridi e multiuso gli accessori con citazioni dal passato come i sandali in pelle ispirati al modello «Kimo» disegnato nel 1951 da Salvatore Ferragamo, e mentre le espadrillas vengono realizzate con la zeppa le sneakers, in pelle, hanno la suola in gomma stampata con gli intrecci tipici della lavorazione della paglia. Accompagnati da una colonna sonora di canzoni tributo al decennio di passaggio tra gli anni ‘70 e gli ‘80 sulle note di «Love is the Drug» dei Roxy Music, «Cars» di Gary Numan, «Warm Leatherette» di Grace Jones, «Fashion» di David Bowie e «I feel love» di Donna Summer, i quarantuno modelli uscendo dall’arengario di Palazzo Vecchio sono scesi in piazza tra le cinque file di sedute dove hanno preso posto quasi 400 ospiti mentre oltre le transenne chiunque poteva vedere lo spettacolo. «Un’emozione che è bello condividere con tutti», ha detto Ferruccio Ferragamo.

In passerella, un cast multigenerazionale con modelli per un giorno anche personaggi famosi come l’attore Hero Fiennes-Tiffin (idolo dei giovanissimi), Josh Lucas, il presidente della casa d’aste di Sotheby’s Michael Berger-Sandhofer e l’art director e designer Peter Saville.

Tra loro anche 16 modelle «per completare l’essenza del marchio». Ricco il parterre de rois, dal sindaco Dario Nardella all’assessore alla cultura con delega alla moda Tommaso Sacchi al direttore degli Uffizi Eike Schmidt e 24 tra attori internazionali e amici del marchio. Seduti in prima fila accanto a Ferruccio Ferragamo, presidente della maison e Micaela Le Divelec Lemmi amministratore delegato, si sono visti tra gli altri l’attore Stanley Tucci del Diavolo veste Prada , i fratelli Dylan e Cole Sprouse, la cantante Kelsey Waters.Per loro e per altri 60 selezionatissimi ospiti al termine della sfilata cena nella sala degli Elementi di Palazzo Vecchio.



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news