LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Siena. Portare il centro fuori dal centro
Roberto Barzanti
Corriere Fiorentino 15/6/2019

Far leva sul patrimonio artistico e sulle attività culturali è rimedio osannato in un’infinità di discorsi su città come Siena, ferite da una grave crisi economica. Ma per non affidarsi a formulazioni miracolose è necessario capire bene che cosa significhi lavorare per questa priorità della cultura.

L’Accademia degli Intronati ha convocato a questo scopo un convegno cui ha dato un titolo a prima vista strano: «Città di cultura, cultura della città». La convinzione alla base dell’iniziativa è semplice: una città può privilegiare il suo attaccamento alla cultura nelle varie forme che essa assume se si ha della città stessa e del paesaggio in cui si colloca una visione rigorosa, se si riesce a renderla complessa e abitata da cittadini che ne garantiscano una vitale commistione di funzioni. Il più delle volte circolano pericolose illusioni o s’inseguono grossolane scorciatoie.

Tra queste a primeggiare è senz’altro il turismo, genericamente invocato come consistente fonte di comode rendite di posizione. Dagli interventi che si son snodati durante l’incontro si sono ricavate indicazioni da tenere a mente, valide non soltanto per Siena. Per assegnare davvero alla cultura — alle culture — un’energia egemonica non si deve far affidamento su mirabolanti progetti slegati da una motivata visione d’insieme.

E gli investimenti pubblici e privati necessari devono produrre formazione, tradursi in radicate istituzioni o società o imprese, che coinvolgano i tanti gruppi giovanili attivi ma dispersi, non di rado frustrati. Sono ormai innegabili i fallimenti insiti in un’ideologia dei «centri storici» ancorata alla ipocrita protezione delle loro forme. C’è stato un vizio di sospettoso storicismo che ha sortito positivi effetti — a Siena in misura soddisfacente — ma non si è riusciti a combinare questa sacrosanta linea con interventi architettonici innovativi e soprattutto con la dimensione sociale, se non in frammenti o in circoscritte parti del tessuto urbano. Una città contemporanea deve unire centro e cosiddette periferie.

Deve elevare a qualità urbana l’area vasta in cui è insediata. I cosiddetti «centri storici» — quelli privilegiati dall’Unesco come patrimonio dell’umanità in prima fila — rischiano di diventare seducenti vetrine, se non mercati naturali o parchi tematici. Urbanistica è parola caduta in disuso nella folla delle normative che si sono accumulate: rivisitata e aggiornata deve riacquistare il peso perduto. Da un lato bisogna battersi contro la rapacità del mercato globale, che sequestra a residenza alberghiera, a B&B, appartamenti su appartamenti, dall’altro è indispensabile opporsi ad una cinica deregulation.

Se il capitale finanziario ha subìto in Mps colpi terribili esiste un capitale sociale che dà speranza. Cooperative ingegnose sono sorte nelle antiche Contrade. Start up sorgono dove meno te l’aspetti. Non è fantascienza ipotizzare un’«infrastruttura culturale» che dia continuità a salde e creative collaborazioni. Il Santa Chiara Lab di matrice universitaria partecipa con PRIMA (Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area) che sviluppa soluzioni innovative in materia di agricoltura, industria alimentare e uso delle risorse idriche. L’Università per Stranieri ha stabili accordi con Brasile, Cina, Giappone, Russia, Usa. L’Accademia Musicale Chigiana e Siena Jazz stanno dentro un polo musicale che acquista un rigoglio cosmopolita sempre più marcato.

Tra poco sarà trascorso un anno dall’insediamento della nuova Giunta comunale. La delega della cultura se l’è tenuta il sindaco Luigi De Mossi. Nulla da eccepire se guiderà un rilancio davvero in grande stile. Sono state troppe finora le banali fiere circensi presentate per cultura. I limiti da imporre alla sciatta turistificazione siano contrastati da un rinnovato senso della comunità: il «terzo pilastro» tra Stato e mercati, da rinvigorire nei suoi valori fondanti.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news