LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L’Arco di Dürer per Massimiliano I. Ventiquattro incisioni che celebrano i fasti degli Asburgo
Pierluigi Panza
Corriere della Sera - Milano 16/6/2019

Poiché anche Massimiliano I d’Asburgo, imperatore del Sacro Romano Impero, morì, come Leonardo 500 anni fa, la Biblioteca Nazionale Braidense gli sta dedicando una mostra con uno dei pezzi più importanti che custodisce: il cosiddetto arco trionfale di Albrecht Dürer. Sono esposte nella Sala Teresiana, dopo il restauro e a quasi un secolo dall’unica precedente esposizione, le 24 grandi incisioni che compongono l’esemplare «Porta dell’onore», l’imponente arco trionfale effimero (circa 3 metri x 3 metri) commissionato dall’Imperatore Massimiliano I a Albrecht Dürer, Jörg Kölderer, Albrecht Altdorfer. L’arco fu ideato dall’umanista tedesco Willibald Pirckheimer, per celebrare i fasti della casata d’Asburgo, nonché le qualità personali dell’imperatore e le sue vittorie militari. La prima edizione fu del 1515. Oltre a quella della Braidense esistono nel mondo altre copie. Quest’Arco di figure è un’opera singolare che, per usare le parole dell’iconologo della scuola di Warburg, Erwin Panofsky, «chiede di essere letta come un libro, decodificata come un crittogramma, ma anche ammirata come una collezione di gioielli bizzarri e scintillanti».

Ogni singola incisione racconta infatti un frammento di storia, documentata nel catalogo. Si parte con la lettura dal basso a sinistra, che corrisponde alla tavola uno. Qui troviamo il plinto della colonna che regge la Porta della Lode e una banda con i ritratti di re e imperatori che hanno preceduto Massimiliano. Seguono tutte le altre. La tavola più ricca e complessa è la numero 22, posta sopra la grande Porta dell’Onore. Illustra due stemmari nobiliari, quello dell’Imperatore e l’intero albero genealogico di Massimiliano I. Quest’opera è un racconto per parti, quello che oggi in tv si direbbe una serie a episodi. Ci vuole pazienza per leggerla. Il catalogo scientifico mette a punto datazioni, attribuzioni delle singole incisioni, rapporto tra legni incisi e stampe, varie edizioni e trascrizione, con traduzione, dei testi in tedesco presenti nell’arco.

La mostra, a cura di Alessia Alberti, Roberta Carpani e Roberta Ferro, espone anche incisioni di maestri tedeschi che consentiranno di ricostruire le vicende iconografiche dell’Arco trionfale e xilografie da volumi illustrati pubblicati in Italia tra Quattrocento e Cinquecento, a documentazione delle relazioni culturali intrecciate tra la corte imperiale di Massimiliano e quella di Ludovico il Moro in età leonardesca, dopo il matrimonio dell’imperatore con Bianca Maria Sforza e negli anni successivi al trasferimento alla corte imperiale di esuli lombardi dopo la disfatta di Ludovico il Moro nel 1499. Sono testi su matrimoni, effimeri d’architettura, iconologia simbologia, araldica ed erudizione dell’epoca.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news