LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Castello, vibrazioni triplicate
Gianni Santucci
Corriere della Sera - Milano 20/6/2019

Lettera del direttore sulle scosse provocate dal passaggio del metrò: Controlli urgenti

Il direttore del settore Soprintendenza Castello, musei archeologici e musei storici del Comune di Milano, Claudio Salsi, ha scritto una lettera al Comune per il recente progressivo aumento delle vibrazioni allinterno del Castello Sforzesco dovute al passaggio dei treni della metropolitana (tra Lanza, Cairoli, Cordusio, Cadorna e Duomo passano tre linee sotterranee). Scosse triplicate in alcuni punti e in altri raddoppiate, secondo misurazioni compiute internamente dal 2015, che impongono la disposizione di urgenti controlli, per verificare gli effetti delle vibrazioni. A San Babila, le talpe della M4 allargano una crepa tra palazzi.

La mattina del 18 aprile scorso Claudio Salsi, direttore del Castello Sforzesco, mette la firma sotto una breve lettera. Non più di una dozzina di righe, che si chiudono con una frase abbastanza consueta in comunicazioni formali di questo genere: In attesa di cortese riscontro, si inviano cordiali saluti. A leggere quelle due paginette su carta intestata del Comune, si ha però la chiara impressione che dietro quella formula di rito ci sia una preoccupazione reale e pressante. E infatti il professor Salsi, che oltre al Castello ha la responsabilità di tutti i musei storici e archeologici, spiega di essersi deciso a scrivere dopo una serie di segnalazioni pregresse, che vanno avanti almeno da ottobre 2018, dunque da circa sei mesi. Il direttore spiega che allinterno del Castello le vibrazioni causate dalla metropolitana sono raddoppiate o addirittura, in alcuni punti, triplicate. Tanto è diventato potente il tremore causato dai treni che corrono sotto terra vicino al Castello, che ormai i dipendenti chiedono garanzie riguardo alla tutela della propria salute. E infine, il punto chiave: devono essere realizzati con urgenza dei controlli per valutare gli effetti sul complesso monumentale. Tradotto: bisogna accertare al più presto se laumento imponente delle vibrazioni del metrò possa danneggiare il Castello costruito dagli Sforza nella seconda metà del XV secolo.

Larea a rischio è quella frontale, compresa tra la Torre del Filarete e la porta di Santo Spirito, sul lato Cadorna. Una zona che comprende uffici, archivi, sale studio e sale del museo. In tutta questarea, spiega il direttore, permangono forte rumorosità e vibrazioni sul pavimento e sui vetri delle finestre.

Parliamo di effetti percepibili in maniera evidente racconta al Corriere uno dei lavoratori del Castello che ha segnalato il problema , come una sorta di micro terremoto di bassissima intensità, ma preoccupante perché per mesi ha tormentato ogni giorno un monumento che ha più di cinque secoli.

La preoccupazione, nei giorni precedenti al 18 aprile, è stata condivisa dal direttore Salsi, che ha elencato i dati tecnici in suo possesso al proprio immediato punto di riferimento, il Comune (direzioni Cultura e Mobilità), oltre che ad Atm, al direttore generale di Mm e alla Soprintendenza. Il punto chiave del discorso è: Attraverso monitoraggi parziali effettuati a nostra cura, come di consueto dal 2015, si rileva che le vibrazioni in direzione verticale in alcuni punti sono triplicate ed in altri raddoppiate rispetto a un anno e mezzo fa. E dunque: Si richiede che siano realizzati con urgenza controlli per verificare e quantificare ufficialmente i livelli di vibrazione e rumorosità, con lobiettivo di capire cosa stia accadendo e scongiurare danni.

Vicino al Castello passano la linea verde, tra Lanza e Cadorna, e la linea rossa sulla curva di Cairoli. In questi mesi, in altre zone della città colpite dalle vibrazioni, è stata ridotta la velocità dei treni per limitare gli effetti sui palazzi.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news