LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il nuovo Vittoriano: museo (autonomo) dell’identità italiana
E. Sa.
Corriere della Sera - Roma 20/6/2019

Inaugurata ieri da Mattarella e Bonisoli la mostra «Lessico»: volti e storie del Paese

Per il Vittoriano un futuro solo da museo — e da museo autonomo, con un suo comitato scientifico — dedicato al tema dell’identità italiana. Tutto con ingresso gratuito.

È quanto annunciato ieri dal ministro Alberto Bonisoli inaugurando quella che è la prima tappa di questo «nuovo percorso di valorizzazione» del monumento, patria di marmo botticino progettata da Giuseppe Sacconi e intitolata al re Vittorio Emanuele II. Si tratta della mostra, visitata ieri mattina in anteprima dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dal titolo Lessico italiano, volti e storie del nostro Paese. Una raccolta multidisciplinare di simboli nazionali, divisa per sezioni, che va dall’arte contemporanea (Mimmo Paladino, una scultura raffigurante Dante Alighieri di Luigi Ontani, opere di Carla Accardi, Mario Schifano, Alighiero Boetti, Giuseppe Uncini..) all toga che fu di Rocco Chinnici —magistrato antimafia ucciso in un attentato a Palermo il 29 luglio 1983 — fino alla tuta indossata dall’astronauta Samantha Cristoforetti.

Un percorso che permette al visitatore di osservare anche alcune aree ipogee del monumento, per la cui costruzione — durata oltre vent’anni, dal 1885 all’inaugurazione ufficiale nel 1911 per il Cinquantenario dell’Unità — fu rasa al suolo una intera collina con un quartiere medievale-rinascimentale. Una stratificazione che oggi, dall’opus reticolato d’età romana, arriva ad accogliere l’edizione «Quarantana» dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni, video dell’Istituto Luce, una cinquecentina di Francesco Petrarca per i tipi di Aldo Manuzio, un vecchio televisore Phonola degli anni Cinquanta, un esemplare della scheda di votazione per il referendum istituzionale del 2 giugno 1946 e numerosi altri oggetti «identitari» compresi alcuni simboli di corpi militari e forze dell’ordine.

Un progetto, quello del «nuovo Vittoriano», che ha coinvolto tutte le istituzioni interessate, e che prevede, secondo quanto spiegato da Edith Gabrielli, direttrice del Polo museale del Lazio, «un nuovo «percorso organico e unitario che renda il monumento un luogo che ogni italiano almeno una volta nella vita deve visitare». In dotazione, «tutti gli strumenti di comunicazione necessari, dai pannelli analogici a quelli più sofisticati per le nuove generazioni, con una app appositamente sviluppata con cui attraversarlo tutto oppure seguire percorsi tematici come Arte e architettura, Forze armate o Risorgimento. Più un nuovo sito web». Crescono gli spazi espositivi, con le nuove Gallerie dell’Unità (già Gallerie Sacconi) e della Costituzione (già Sala Zanardelli) per le mostre stabili e le Gallerie delle arti e delle scienze (Ala Brasini) per quelle temporanee.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news