LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cultura, in Piemonte persi in un anno 4 mila posti di lavoro
Paolo Morelli
Corriere della Sera - Torino 21/6/2019

Eppure la produzione cresce di quasi mezzo miliardo

Cresce la produzione culturale, nel Piemonte come in tutta Italia, ma se la nostra regione può vantare un risultato positivo da questo punto di vista, diminuiscono invece le figure impiegate. Sono i dati del rapporto annuale della Fondazione Symbola, Io sono cultura, diffusi ieri e riferiti al 2018, che registrano un valore di 96 miliardi per la produzione italiana, che diventano 8,6 per il Piemonte.

Confrontati con i dati del rapporto 2018 (riferito al 2017), sanciscono una crescita rilevante. Lultimo anno, infatti, ha visto salire il valore della produzione nazionale di ben 4 miliardi di euro, con un aumento di 400 milioni in Piemonte. Al contrario, però, nella regione si riscontra una riduzione nellimpiego di addetti. Se nel 2017, infatti, erano 135 mila, lo scorso anno sono diventati 131 mila. Il rapporto Symbola parla di figure professionali, unità che quindi non corrispondono necessariamente a lavoratori dipendenti, o comunque risorse singole, ma che includono i professionisti che lavorano per più enti, utilizzati anche nellindotto. Il lavoro, quindi, se da un lato sembra crescere, al pari delloccupazione (anche sul piano nazionale, con un +1,5 per cento) dallaltro pare aver bisogno di meno persone, almeno in Piemonte. La diminuzione delle figure professionali, anche se di poco inferiore al 3 per cento su base regionale, non sembra incidere sullottima posizione del Piemonte, primo in graduatoria per lapporto del valore aggiunto nel settore culturale alleconomia regionale. La regione, invece, è terza per produzione.

Guardando alle città, terzo posto anche per Torino, alle spalle di Milano e Roma, per incidenza del valore aggiunto (9,2 per cento), mentre la città è quarta per occupazione nel settore (8,6 per cento). Entrambi i valori sono in crescita: sul 2017, Symbola rilevava unincidenza del valore aggiunto pari all8,8 per cento e unoccupazione a quota 8,4 per cento (con identiche posizioni in classifica per la città). La cultura si legge nel rapporto è uno dei motori trainanti delleconomia italiana, uno dei fattori che più esaltano la qualità e la competitività del made in Italy.

Un sistema in grado di muovere 265,4 miliardi nel 2018 in Italia. Anche questo è un dato in aumento, perché nel 2017 si era raggiunta la quota di 255,5 miliardi. Il trend in crescita ha affermato il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli potrebbe anche essere più accentuato ed è su questo che stiamo lavorando. Presto al Mibac ci sarà un servizio dedicato a moda e design, due settori culturali trainanti per leconomia italiana, sia in casa che allestero. Del resto, come rileva Symbola, è proprio il settore del design a riscontrare le performance migliori, con 8,9 miliardi euro di produzione, seguito dalla comunicazione, che arriva a quota 4,9 miliardi. Laltro dato, riportato da Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere, che ha collaborato al rapporto, è lelevato numero di imprese culturali in Italia rispetto ad altri Paesi europei. Cultura, creatività e bellezza ha commentato Ermete Realacci, presidente di Symbola sono la chiave di volta di molti settori produttivi che consolidano la missione del nostro Paese, orientata alla qualità e allinnovazione.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news