LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Moroni. Il museo diffuso
Michela Offredi
Corriere della Sera - Bergamo 22/6/2019

La Deposizione di Cristo torna a Gandino. Sulle altre opere itinerario in tutta la Val Seriana

Dopo il successo riscosso a Londra e a New York, per Giovan Battista Moroni è tempo di esser celebrato a casa. Nella valle che gli diede i natali (nacque ad Albino) e nei luoghi che lo videro, a partire dagli anni Sessanta del 1500, tornare e abbellire numerose chiese. Da giovedì 4 luglio a domenica 13 ottobre, grazie alla collaborazione fra il Comune di Gandino, lAccademia Carrara, PromoSerio, la Pro Loco di Gandino, e al coinvolgimento di associazioni e enti culturali della valle, la grande tela raffigurante la Deposizione di Cristo nel sepolcro dallAccademia Carrara si sposterà temporaneamente a Gandino, paese dove venne realizzata nel 1566. A ospitarla non sarà il luogo originale, la distrutta chiesa di Santa Maria ad Ruviales dei Francescani Osservanti (dove oggi ha sede una casa di riposo), ma il Salone della Valle, luogo principe della storia gandinese di ieri e di oggi, come lo ha definito il sindaco Elio Castelli. Dopo linaugurazione di giovedì 4 luglio alle 18.30, da venerdì 5 sarà visibile gratuitamente allinterno del Palazzo del Vicario, il venerdì, il sabato e la domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Lopera, che secondo il conservatore Paolo Plebani è una di quelle cruciali per comprendere la produzione sacra del pittore, venne dispersa allepoca delle soppressioni settecentesche di Maria Teresa dAustria e poi di Napoleone. Successivamente ha ricordato il direttore della Fondazione Accademia Carrara Maria Cristina Rodeschini , nel 1914, fu donata da Alessandro e Giovanni Limonta alla Carrara. Seguendo un indirizzo che ci siamo prefissi di sviluppare, la tela si ripresenta ora alla comunità di appartenenza.

Gandino ha preparato un ricco calendario di eventi, conferenze a tema, tour guidati, porte aperte a spazi solitamente non accessibili. Ma non è tutto, perché se la presenza della Deposizione sarà temporanea, cè unaltra novità, permanente. Lesposizione inaugura il museo diffuso Moroni in ValSeriana, un itinerario che percorre idealmente la valle e fa tappa nei luoghi dove lartista ha lasciato in eredità grandi opere (ben tredici fra pale daltare, polittici e stendardi), ancora visibili nel contesto dove sono state concepite. Si parte da Ranica e si giunge a Fino del Monte, facendo tappa a Villa di Serio, Nembro, Albino che ospita il capolavoro Crocifisso con santi Bernardino e Antonio da Padova nella chiesa di S. Giuliano, Fiorano al Serio, Oneta e Parre. A fare da filo conduttore ai dipinti ha spiegato Orietta Pinessi, esponente di PromoSerio e coordinatrice di SerioArt è il paesaggio della zona che fa da sfondo in tutti, così come la presenza di ritratti allinterno delle raffigurazioni sacre e il colore rosa, che con il nero è la vera cifra cromatica del Moroni. Lo si trova nellabito indossato dalla principessa che entra in scena con San Giorgio nel polittico della chiesa di San Giorgio a Fiorano e poi nella tunica del Cristo portacroce al Santuario della Madonna del pianto di Albino, così come nei veli, nelle camicie e nei turbanti dei santi che popolano tutti gli altri lavori seriani. Unapposita segnaletica e dei totem (collocati nei prossimi giorni) indicheranno il museo diffuso che potrà essere ammirato in autonomia o attraverso itinerari guidati con servizio di bus navetta, denominati Tour in rosa.

Loperazione culturale di cui ci siamo fatti promotori ha commentato Maurizio Forchini, presidente di PromoSerio è riuscita da un lato a mettere in rete molti enti e associazioni che credono nelle potenzialità dellarte, dallaltro a coinvolgere buona parte della valle. Concorde lassessore regionale al Turismo Lara Magoni, ieri presente alla Carrara: Vi ringrazio perché non è semplice fare sinergia fra i territori e unAccademia così bella, fra Bergamo e la sua provincia. Siete un grande esempio di quello che sto facendo e voglio fare nel futuro.

Ad accompagnare liniziativa è una pubblicazione edita da Lubrina Bramani editore. Presenta contributi di Orietta Pinessi, Paolo Plebani, Silvio Tomasini (coordinatore dellintero progetto), Gustavo Picinali e inaugura ha concluso Maria Cristina Rodeschini una serie di piccoli cataloghi che lAccademia produrrà ogni volta che verranno fatte queste restituzioni.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news