LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vgate, i dubbi della Via su Romea e paesaggio
A. Zo.
Corriere del Veneto 29/6/2019

Il parere sul terminal offshore a Chioggia: «Impatti rilevanti». I promotori: soddisfatti

VENEZIA. C’è il problema della viabilità, con il progetto ritenuto «non sostenibile» con l’attuale situazione infrastrutturale, cioè con la Romea. C’è il «rilevante impatto paesaggistico», con quel viadotto di 2,3 chilometri sul mare e un’area di stoccaggio grande come il centro storico di Chioggia. E i possibili danni ad alcune attività cruciali per l’economia clodiense, come il turismo, la pesca, ma anche la diportistica. I promotori si dicono «soddisfatti», ma il documento di 35 pagine firmato dalla commissione Via mette in luce i problemi ben noti del piano di terminal offshore al largo di Chioggia.

Un terminal particolare, perché Vgate, questo il nome del progetto, è in mare aperto, con fondali compatibili con i 16 metri di pescaggio delle mega-portacontainer da 16 mila Teu, off-limits in laguna; ma è collegato alla terraferma con un grande viadotto sia stradale che ferroviario, per caricare direttamente le merci su camion e treni, evitando la «rottura di carico» di navi più piccole. Un piano portato avanti dal presidente di Assoagenti Veneto Alessandro Santi con altri soci, pronti a investire oltre un miliardo, interamente in project financing , per uno scalo da 2 milioni di Teu, il triplo di quanto ospita ora il porto lagunare.

I promotori, per evitare polemiche, hanno già presentato il progetto a Chioggia e lo hanno sottoposto allo «scoping », una sorta di pre-valutazione di impatto ambientale, il cui parere è stato pubblicato alcuni giorni fa. I membri della Via danno numerosi «consigli» in vista della Via vera e propria. Si chiede di approfondire l’inserimento del piano negli attuali strumenti urbanistici sia metropolitani che comunali, di assumere il parere della Capitaneria e di fare un protocollo d’intesa con l’Autorità di sistema portuale, di valutare meglio tutti gli aspetti ambientali, dall’inquinamento al rumore. Particolare l’attenzione sulla viabilità, sia ferroviaria (è necessario adeguare le attuali linee) che stradale. La Romea è carica ed è una delle strade più pericolose: la Via consiglierebbe di dare priorità alla nuova Romea commerciale, ma ammette i lavori in contemporanea in caso di «apporti dal mare» per la realizzazione dell’intervento. Si sottolinea poi l’impatto sulla linea dell’orizzonte del viadotto e la probabilità di trovare reperti archeologici sott’acqua.

«Stiamo valutando il parere, ma siamo soddisfatti per l’esito dell’istruttoria - dicono da Vgate - Continueremo il confronto con tutti i soggetti pubblici e privati per approfondire i temi sollevati».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news