LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Emergenza incendi bruciati in dieci anni 81mila ettari di boschi
di Claudio Reale
LA REPUBBLICA 29 giugno 2019 - PALERMO

di Claudio Reale
In dieci anni è andato in fumo un bosco grande quanto un terzo della provincia di Trapani. Con un passo che aumenta drammaticamente, e che rispetto al decennio precedente è del 30 per cento più veloce. Dal 2009 al 2018 in Sicilia sono andati in fumo 81mila ettari di boschi: il calcolo è stato fatto dal corpo forestale della Regione, che in questi giorni fa fronte con le armi spuntate a decine di incendi da un angolo allaltro dellIsola. E la Regione, intanto, prova a svuotare il mare con un secchiello: il dipartimento dello Sviluppo rurale, infatti, ha pubblicato un avviso per ripristinare i boschi danneggiati dagli incendi, ma lo stanziamento è di appena 5 milioni di euro. Il mini-bando per i boschi Il bando è rivolto ai Comuni, ai privati e alla stessa Regione, che possono così ottenere il finanziamento dei piani di rimboschimento. Il contributo proveniente dai fondi europei copre tutta la spesa per la ricostituzione del potenziale forestale rovinato, come recita un po burocraticamente lavviso. Tanto basta al presidente della Regione Nello Musumeci per esultare: Il mio governo evidenzia in una nota che apre alla possibilità di assegnare altri fondi al bando vuole dare una risposta per il ripristino dei boschi siciliani che negli anni precedenti sono stati ripetutamente danneggiati, soprattutto dagli incendi. È unaltra azione concreta che mettiamo in campo per la conservazione del patrimonio naturale, paesaggistico e forestale, e per la salvaguardia delle biodiversità. Per intervenire, però, bisognerà aspettare che siano passati cinque anni dallincendio: unattesa che alla Regione spiegano come un disincentivo ai piromani, per evitare insomma che la domanda per i contributi segua un incendio doloso. Gli anni orribili Così, però, esce dal range coperto dal bando il 2017, che a conti fatti è il secondo peggior anno degli ultimi 40: gli incendi furono 1.221, e in fiamme stando ai rapporti conservati nella banca dati del Sistema Informativo Forestale andò qualcosa come 18.972 ettari di boschi (oltre a quasi ventimila ettari di superficie non coltivata), in un anno che fra gli altri casi vide 900 persone costrette a fuggire in fretta e furia dal villaggio turistico Calampiso di San Vito Lo Capo. Peggio andò però nel 2012, il peggiore anno da quando esistono le serie storiche del Corpo forestale: gli incendi furono addirittura 1.251, la superficie di boschi andati in fumo arrivò a quota 27.326 e quella complessiva oltre quota 55.500 ettari. Il problema annotano dalla Regione è che gli incendi sono drammaticamente aumentati negli ultimi anni, con picchi soprattutto nel 2012, nel 2016 e nel 2017. Per toccare con mano la situazione basta un dato: in quei tre anni sono andati in fumo quasi 60mila ettari, un quarto dei boschi incendiati negli ultimi 40 anni. Un esercito senzarmi Il 2019, daltro canto, è già cominciato male: ieri le fiamme hanno raggiunto anche la città di Palermo (provocando soprattutto tanta paura a Mondello) e distrutto fra gli altri un bosco nellAgrigentino, ma dallinizio della settimana i roghi sono stati addirittura 112 in tutta lIsola. Unemergenza continua alla quale la Sicilia si presenta con le armi spuntate: alla chiamata del servizio anti-incendio hanno risposto infatti solo 4.900 uomini, mentre ne servirebbero 5.600, e 300 non possono lavorare perché come ha denunciato qualche giorno fa Legambiente sono sprovvisti di certificato medico. Una beffa, considerando che i mezzi a disposizione non sono pochi: ai 400 fra furgoni e autobotti in alcuni casi malconci, secondo i sindacati si sono aggiunti nei giorni scorsi 11 elicotteri (8 forniti da E+S Air ed Helixcom dopo una gara da due milioni e mezzo bandita dal Corpo forestale e tre grazie alle convenzioni con carabinieri, aeronautica e marina). I vigili del fuoco, invece, possono contare su tre elicotteri e diversi Canadair, ma secondo i sindacati devono fare i conti con la carenza di autobotti e piccoli mezzi. Un esercito con le armi spuntate, di fronte a unemergenza che non cessa.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news