LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Due custodi in pensione. Il parco della Floridiana taglia lorario di apertura
Fabrizio Geremicca
Corriere del Mezzogiorno - Campania 3/7/2019

Tre ore e mezza di fruizione in meno. Inutili appelli al Mibac

Napoli. Apertura alle 9.30 invece che alle 8.30 e chiusura alle 16.30 e non più alle 19.00. Sono i nuovi orari del parco della Floridiana, unico polmone di verde del quartiere Vomero, frequentato ogni giorno da migliaia di persone. I residenti in zona e chi raggiunge con la metro larea collinare proprio per passeggiare tra gli alberi del giardino pubblico.

La pessima novità per quanti amavano rifugiarsi in quel verde, emersa nelle ultime ore, nasce dalla circostanza che sono andate in pensione due persone addette alla sorveglianza del Museo Duca di San Martino, allinterno del parco. Sono rimasti in sedici, distribuiti su tre turni. Poiché larea verde da tempo non ha più neppure un custode e la sua apertura e chiusura, scaduta la convenzione con Napoli Servizi che permetteva quantomeno di mantenere due persone allingresso, è affidata alla buona volontà degli addetti museali i quali spalancano ed accostano il cancello, la perdita di altre due unità di personale ha determinato la necessità di ridimensionare lorario di fruizione del parco. Tutto ciò sarebbe già sufficientemente grave in sé. Lo è ancora di più se si considera che accade in estate, quando la disponibilità di un posto per stare al fresco e respirare aria pulita è particolarmente importante, specie per le famiglie con bambini piccoli, e quando chi non ha possibilità di trasferirsi in vacanza vive giorni di disagio nelle metropoli dove la cementificazione crea isole di calore nelle quali le temperature sono mediamente più alte di un paio di gradi rispetto alle zone alberate.

Nelle prossime settimane, peraltro, potrebbe accadere anche di peggio perché non è affatto escluso che la Floridiana chiuda del tutto. Questo, almeno, è quanto sostengono alcuni degli addetti al Museo. Finora dicono siamo andati avanti per spirito di sevizio ed abbiamo svolto un compito che non è il nostro. Ora non possiamo più farlo.

Luisa Ambrosio, la direttrice del Museo, contattata ieri dal Corriere del Mezzogiorno non ha commentato la novità, ma ha confermato la notizia e che la riduzione dellorario di apertura è stata determinata dallacuirsi di una cronica situazione di insufficienza del personale. Non è da oggi, del resto, che lancia allarmi e chiede aiuto per garantire che Floridiana e Museo possano funzionare a pieno regime, come sarebbe doveroso che accadesse nella terza metropoli italiana ed in una città che è ormai una meta turistica affermata a livello internazionale.

Su questo tema Ambrosio ha scritto al ministro per i Beni Culturali Parco e Museo dipendono dal Mibac per chiedere rinforzi i quali permetterebbero almeno di tamponare le falle. Ad oggi, non è arrivato nessuno. Allo stesso modo non hanno avuto per ora seguito gli annunci che risalgono ad alcuni mesi fa da parte del Comune di Napoli, il quale affermava che era intenzionato a chiedere al ministro di gestire in proprio la Floridiana allo scopo di renderla più fruibile da parte dei cittadini. Inascoltati, ad oggi, pure gli Sos alla Regione. Il risultato è che si assottiglia di molto e nella stagione più calda la sua apertura.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news