LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'AQUILA-Due reperti sotto la cattedrale, cantiere verso lo stop
Il capoluogo, 05/07/2019

Come riporta Il Centro, durante i sondaggi di archeologia preventiva sono stati rinvenuti locali ipogei nella navata di sinistra, probabilmente precedenti ala costruzione della chiesa che risale al XIV secolo.
Non trova pace quindi la cattedrale di San Massimo, uno dei simboli della città gravemente danneggiata dal terremoto del 2009 e da allora esposta non solo alla corrosione del tempo ma anche alle intemperie.
Per la ricostruzione della cattedrale che gravita intorno a un aggregato che verrà riconsegnato a breve, nel 2016 sono stati stanziati 18 milioni di euro allinterno del Piano strategico turismo e cultura.
Questi fondi coprirebbero solo il primo lotto di lavori la copertura del Duomo, per cui Invitalia affiancherà nella procedura il ministero, data la rilevanza dellimporto.

Altri 15 milioni saranno poi necessari a ultimare i lavori.

Il ritrovamento di queste ore nonostante la sua sensazionalità potrebbe quindi allentare ancora una volta liter per la ricostruzione.

Inoltre potrebbe modificare il progetto di restauro, già in fase di disamina da parte della Soprintendenza dellAquila e del cratere, diretta da Alessandra Vittorini, che ha istituito una commissione ad hoc.

I due vani in corrispondenza della navata della chiesa, sotto il pavimento, sono venuti alla luce nel corso di alcune indagini preventive, ha spiegato il segretario regionale per i Beni culturali, Stefano DAmico.
Sulla questione cè già stato un confronto tra la Soprintendenza per LAquila e il cratere e i progettisti dellintervento di restauro. È stata fatta anche una documentazione fotografica, ma la situazione va verificata nei dettagli. Si tratta solo di alcuni primi elementi di un quadro più ampio che deve essere ancora delineato, ha aggiunto.

Come Segretariato, in quanto stazione appaltante, ci stiamo attivando per individuare limpresa che effettuerà questi sondaggi di archeologia preventiva, secondo quanto dice il codice dei contratti pubblici, ha chiarito DAmico.

Cercheremo di individuare la ditta nel più breve tempo possibile. Terminate le verifiche archeologiche bisognerà valutare i rinvenimenti, in modo da tenerne conto, sia nel progetto stesso, sia nelliter autorizzativo da parte della Soprintendenza. Bisogna capire se cè necessità di intervenire sulle fondazioni diversamente rispetto a quanto previsto, ha concluso DAmico.

Una volta terminate le indagini di archeologia preventiva e stilato il progetto, questo dovrà essere validato da una società esterna alla Soprintendenza e infine ottenere lautorizzazione antisismica del Genio civile.

Con i lavori di ristrutturazione a seguito del terremoto del 6 aprile si tratta della terza ricostruzione della cattedrale.
La prima in seguito al terremoto del 1315, il primo della storia aquilana.
Il terremoto del 1703 distrusse completamente il duomo, della cui costruzione originaria rimane solamente il fianco settentrionale, parallelo alla via Roio, ed alcune decorazioni interne.
Questi lavori furono assai difficoltosi e si prolungarono per circa settantanni. La speranza per gli aquilani è di riavere San Massimo molto prima.

https://www.ilcapoluogo.it/2019/07/05/due-reperti-sotto-la-cattedrale-cantiere-verso-lo-stop/


news

20-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news