LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Crociere, Zaia attacca ToninelliIndustriali: «Marghera subito»
A. Zo. – Mo. Zi.
Corriere del Veneto 11/7/2019

Il governatore: «Il Clini-Passera? Preistoria». Tempi lunghi per il protocollo fanghi

VENEZIA. «Il ministro Toninelli dice di avere una soluzione: ce la faccia sapere». Anche il governatore del Veneto Luca Zaia va all’attacco del ministro delle Infrastrutture, dopo l’incidente sfiorato domenica scorsa dalla Costa Deliziosa, che ha rischiato di schiantarsi contro Riva Sette Martiri e uno yacht. «Le immagini che ho visto sono raccapriccianti - continua Zaia - Ci vogliono delle condizioni minimali per far uscire le navi e, immagino, debba essere la Capitaneria di Porto a valutarle». Questo lo stabiliranno il pm Andrea Petroni, che ha aperto un fascicolo sull’episodio, così come lo stesso ministero, che ha avviato un’ispezione e chiesto relazioni a Capitaneria e Autorità di sistema portuale. Lo stesso presidente Pino Musolino, si è detto ieri «profondamente scosso da quanto accaduto, anche da veneziano».

Musolino però si è anche tolto un sassolino dalla scarpa. Dopo aver ricordato che il Comitatone del 2017 aveva scelto di portare le grandi navi a Marghera (sponda nord del canale industriale nord) e quelle medie in Marittima per il Vittorio Emanuele, ha spiegato che il nuovo governo ha cambiato idea: «Quella soluzione, realizzabile e cantierabile, è stata sospesa e i tempi si sono allungati». E su quell’ipotesi torna anche Filippo Olivetti, operatore portuale con la sua Bassani ma anche delegato alle Infrastrutture di Confindustria Venezia. «Marghera potrebbe essere usata in tempi rapidi - afferma - Bastano un paio di tensostrutture e due settimane di dragaggi per ripristinare il fondale sotto banchina: un paio di navi si potrebbero mettere già lì, è la soluzione più immediata». Danilo Toninelli non ne vuole sapere di Marghera, anche se si stanno valutando «banchine temporanee» per sgravare il bacino di San Marco. Si parla del terminal container di Tiv, dove già arrivano le crociere al Redentore: Msc, socia di Tiv, avrebbe chiesto al porto di riconvertirlo. Un’altra ipotesi è il terminal di Fusina, che a inizio 2020 avrà due banchine in più. Più difficile porto San Leonardo, che non ha collegamenti viari, ancor più un «appoggio» su Ravenna e Trieste. Alla finestra resta invece ancora Cesare De Piccoli, che propone un terminal di scalo alla bocca di Lido, che però Toninelli ha detto essere stato bocciato dai suoi tecnici. «Ma quali? - si arrabbia De Piccoli - Noi abbiamo l’ok della Via nazionale e regionale e anche dell’allora ammiraglio Piattelli sul fronte della sicurezza. Chi tiene il nostro progetto nel cassetto prima o poi dovrà risponderne». L’ex viceministro smentisce che ci vorranno anni per le alternative: «Per il Venis Cruise bastano 26 mesi - sottolinea - Potrebbe essere pronto per il 2022». Toninelli ha poi «minacciato» di poter attivare, con un emendamento, il decreto Clini-Passera, stoppando tutte le navi sopra le 40 mila tonnellate, come chiedono gli ambientalisti. «Siamo alla preistoria», ha ironizzato Zaia.

Uno dei problemi, non solo per le soluzioni al tema grandi navi, è quello dei dragaggi, in questo momento bloccati dall’aggiornamento in corso del «protocollo fanghi». Ieri il governo ha risposto a un’interrogazione del deputato Pd Nicola Pellicani, confermando che i tempi sono ancora lunghi e indefiniti. E ieri la commissione d’inchiesta sulle ecomafie ha effettuato un sopralluogo a Porto Marghera e alle casse di colmata e audito in Prefettura Porto e Capitaneria. Il Porto ha spiegato che il Provveditorato non indica più dove sistemare i sedimenti non contaminati (l’isola delle Tresse è satura) e questo blocca lo scavo del canale dei Petroli, prioritario per la navigabilità. Entrambi gli enti hanno ribadito che si è in attesa del protocollo e del piano morfologico della laguna.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news