LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino. Porte chiuse ai migranti, le statue bendate
Massimo Massenzio
Corriere della Sera - Torino 13/7/2019

Bende rosa sono comparse sulle statue della Fontana Angelica in piazza Solferino nel centro di Torino e su alcuni turet, con allegati volantini con la scritta S-Bendati e testi di critica alle politiche migratorie del ministro Salvini e del suo predecessore Minniti. I volantini, che non sono firmati, chiudono con un invito: Lunico modo che abbiamo per migliorare le nostre condizioni di vita è svegliandoci, affrontando i problemi concreti delle persone e lottando per un futuro migliore. Anche se noi ci crediamo assolti, siamo lo stesso coinvolti. Chiediamo a tutti di vestirsi di queste bende e avere il coraggio di non essere complici.

Statue bendate, toret circondati da un nastro rosa e uno striscione srotolato lungo la passerella di fronte al Campus Einaudi. Ci potrebbe essere un artista o un gruppo di studenti di area antagonista dietro la singolare protesta che ha preso di mira il ministro dellInterno Matteo Salvini, la Lega e le politiche del Governo sul tema dellaccoglienza ai migranti. La provocazione, compiuta nella notte tra giovedì e venerdì in diversi punti della città, è stata accompagnata da alcuni volantini incollati o appesi sulle fontane, ma per il momento non è stata rivendicata da nessun collettivo.

Ieri mattina sono state moltissime le chiamate arrivate alla centrale del 112 per segnalare la presenza di misteriose fascette sugli occhi delle quattro sculture della fontana Angelica di piazza Solferino. Le bende rosa sono comparse anche sui Dioscuri ai lati della cancellata di Palazzo Reale, sul Caval d Brôns di piazza San Carlo e su decine di fontane del centro.

Non è la prima volta che Torino si risveglia con un tocco di rosa a decorare piazze auliche, cabine telefoniche, panchine e monumenti. Londata era cominciata due anni fa ed è proseguita anche lo scorso marzo con le installazioni di Marco Abrate in arte Rebor proprio in piazza Solferino. Lartista torinese, però, ha riconosciuto solo una parte delle pennellate, sostenendo che le altre fossero opera di un emulatore. Una Pantera Rosa rimasta sconosciuta.

In ogni caso le bende sulle statue, anche se rosa, sembrano essere riconducibili ad altre mani. In questo periodo, inoltre, Rebor si trova in Cina e i volantini connotati da una forte matrice politica sono difficilmente attribuibili a un eventuale collaboratore rimasto a Torino. Per il momento la pista principale porta verso le aule di Campus Einaudi, dove è comparso lo striscione: La paura ci ha accecato, la paura ci manterrà ciechi.

Il volantino dal titolo S-Bendati invita a ad aprire gli occhi e ad avere il coraggio di non essere complici. Il riferimento è alle politiche migratorie iniziate con il precedente Governo: Le bende insanguinate di questo sistema sono le stesse che ci siamo cuciti addosso per non vedere che mentre Minniti concludeva un trattato con la Libia sono aumentate le risorse finanziarie per i campi di concentramento. Nel documento non mancano neppure attacchi alla Lega, la grande assente nel dibattito internazionale sullimmigrazione, e al trattamento riservato a Carola Rackete dal Governo e dai leoni da tastiera, dimostrando una brutalità straziante. La Digos ha avviato unindagine per individuare i responsabili.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news